Coltellate e colpi di pietra, rissa selvaggia in città



Avezzano – Colpi di pietra, pugni, calci e coltellate, due arrestati e un ferito ricoverato per gravi lesioni all’ospedale di Avezzano. É il bilancio di una rissa scoppiata nella serata di ieri, lunedì 6 novembre, nella zona nord della città, nei pressi di via don Minzoni, tra alcuni soggetti, due di origine africana e un italo-rumeno. Ignote al momento le cause della disputa, presto degenerata.

I contendenti hanno ingaggiato la lotta sferrandosi pugni e calci, poi utilizzando anche delle pietre, finché uno degli uomini ha impugnato un coltello e ha sferrato diversi fendenti a un avversario. Le urla hanno richiamato l’attenzione dei residenti della zona, nonché di alcuni passanti, che hanno assistito atterriti alla scena e hanno allertato le forze dell’ordine.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra Volante del commissariato di Avezzano che hanno tratto in arresto due degli uomini ancora presenti – secondo alcune testimonianze altri soggetti si sarebbero allontanati velocemente all’arrivo della volante – mentre un terzo è stato condotto all’ospedale di Avezzano,  dov’è tuttora ricoverato per le ferite riportate. L’arma con cui l’uomo è stato ferito è stata recuperata dagli agenti nell’area della rissa.

Lo sconcertante episodio segue di poco altri eventi, verificatisi in particolare nella zona centrale della città, che hanno generato non poco allarme tra i cittadini, molti dei quali si sono fatti promotori nei giorni scorsi di diverse iniziative per richiedere maggiore sicurezza.



Leggi anche

Lascia un commento