Colpi d’arma da fuoco davanti al bar: tragedia sfiorata a Celano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. Colpi d’arma da fuoco in un affollato quartiere di Celano, solo con l’arrivo immediato dei carabinieri è stata scongiurata una tragedia. E’ successo ieri sera a Campitelli, a Celano, davanti a un bar.

Un uomo del posto di 34 anni è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Secondo una prima ricostruzione dei fatti sembrerebbe che alla base del diverbio accesosi tra un 26enne di origine marocchina e un celanese, ci sia siano stati dei motivi legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. Una chiamata al 112 ha allertato i carabinieri, arrivati dalla stazione di San Benedetto dei Marsi. I militari hanno fermato il celanese e gli hanno trovato un’accetta in auto. I residenti e alcuni testimoni dell’accaduto hanno raccontato che prima di averlo visto minacciare il marocchino con l’accetta il celanese aveva sparato presumibilmente con un fucile che però non è stato trovato.

I colpi sparati pare siano stati due. Il cittadino marocchino, regolare in Italia, è stato arrestato solo qualche giorno fa dai carabinieri per il reato di spaccio. E’ stato lui ad allertare i militari e a chiedere aiuto. Il giovane è assistito dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.




Lascia un commento