Collelongo, finì sotto processo per furto aggravato di legna. Assolto



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Collelongo. Era stato fermato in località Sant’Elia, a Collelongo dalle guardie Parco ed era stato denunciato per furto, aggravato dal fatto che la legna si trovava sul terreno pubblico.

Il giudice del tribunale di Avezzano, Stefano Venturini, lo ha assolto.

I fatti risalgono al 2013. Un 54enne di Collelongo fu trovato ai prati di Sant’Elia con la sua Ape. L’uomo aveva da poco parcheggiato e poggiato a terra una motosega.

I guardia Parco, arrivati sul posto, lo denunciarono in quanto lo ritennero responsabile del taglio di legna di faggio, che si trovava sul terreno pubblico.

L’uomo finì così sotto processo. In giudizio è stato difeso dagli avvocati Antonella Mancini (nella foto) e Rocco Mancini che hanno dimostrato che il 54enne non era lì per tagliare la legna.

Nel processo è stata ascoltata anche la testimonianza di un agente della Forestale allertato dalle guardie Parco ma la sua testimonianza non ha avvalorato le tesi dell’accusa.

Per questi motivi l’uomo è stato assolto.

 

 




Lascia un commento