Collarmele, scatta il divieto di avvicinarsi agli esemplari di orso marsicano. Ordinanza del sindaco Mostacci



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Collarmele – Il Comune di Collarmele, in persona del suo Primo Cittadino Antonio Mostacci, ha emanato nella giornata odierna un’Ordinanza avente ad oggetto “Gestione degli orsi problematici/confidenti”.

La presenza, ormai costante, di un esemplare di Orso Bruno Marsicano nel territorio collarmelese e la necessità di salvaguardare l’incolumità pubblica ed evitare ogni interazione tra l’orso e le persone, ha portato l’Amministrazione Comunale di Collarmele ad emanare l’ordine di non avvicinarsi agli esemplari di orso a piedi, in auto o con qualunque mezzo a distanza inferiore a 100 metri, di allontanarsi e mettersi al sicuro con distanza di estrema sicurezza in caso di incursioni lungo le strade del centro abitato e di non illuminare con qualsiasi tipo di fonte luminosa l’esemplare se non per attività di dissuasione.

L’Orso Bruno Marsicano, così come si legge nell’Ordinanza, è una specie minacciata di estinzione e particolarmente protetta dalle leggi ed è pertanto necessario favorire la sua conservazione.