Cocaina negli slip e nelle cialde del caffè, convalidato l’arresto dei due magrebini

Avezzano – E’ stato convalidato dal Gip del Tribunale di Avezzano, Anna Maria Mastelli, l’arresto di Fouad El Barni, 31 anni, e Allal Maqori, 27 anni, difesi rispettivamente dagli avvocati Mario Del Pretaro e Mauro Ceci.

Quanto alla misura da adottare – scrive il Gip – si impone quella della custodia carceraria, stante la chiara ed evidente propensione degli indagati a svolgere attività di spaccio, il che richiede il ricorso al vincolo cautelare di estremo rigore, unico idoneo a recidere definitivamente i rapporti con l’esterno”.

Sebbene già coinvolti nell’operazione Call-Off e pertanto sottoposti a obbligo di dimora a Luco dei Marsi, i due avevano, infatti, continuato a delinquere. Numerose le segnalazioni, pervenute presso il comando della stazione dei carabinieri di Luco dei Marsi, da parte di cittadini residenti in Corso Vittorio Emanuele che lamentavano un continuo via vai di persone nella loro abitazione. Attraverso un’attenta attività fatta di controlli e pedinamenti, i militari hanno accertato la veridicità delle informazioni.

I due magrebini sono stati, pertanto, fermati e sottoposti a perquisizione personale e domiciliare che ha portato al rinvenimento di circa 50 grammi di droga. In particolare, Allal Maqori nascondeva tre involucri di cocaina, del peso di oltre due grammi, nelle mutande mentre altri involucri sono stati, successivamente, ritrovati nell’abitazione: all’interno di una vetrina della cucina e nella macchina del caffè. Oltre alla droga, i carabinieri hanno sequestrato anche un bilancino elettronico di precisione e 190 euro.