Cocaina da Torino a Celano. Arrestati due corrieri della droga. Nel blitz altri tre fermati



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. Non sono passate inosservate questa sera a Celano, le volanti della polizia che sfrecciavano a sirene spiegate nelle strade della città.

A Celano sono arrivati gli agenti della squadra mobile della Questura dell’Aquila per eseguire un’ordinanza per due misure cautelari. Pare che i poliziotti nel momento in cui sono entrati nelle abitazioni dei soggetti da arrestare abbiano trovato ingenti quantità di droga. Così sarebbero scattati altri due arresti.

Si tratterebbe di cinque uomini marocchini. Al momento dell’operazione non si conoscono altri particolari, in quanto l’attività investigativa è ancora in corso.

I fermati si trovano ora in commissariato.

AGGIORNAMENTO, MERCOLEDI’ 21, ORE 11

Cocaina da Torino a Celano. Arrestati due corrieri della droga. Nel blitz altri tre fermatiGli agenti della squadra mobile dell’Aquila sono arrivati ieri sera a Celano per arrestare Bouam Idris, 36 anni e Ettadili Mohammed, classe ’90. Entrambi già noti alle forze dell’ordine. Ettadili a luglio era stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di stupefacenti.

Nell’ordinanza emessa dal tribunale di Torino si legge che i due erano saliti a Torino per prendere una partita di droga nascosta in un noto ristorante. Il loro tramite era un altro connazionale Lahraichi Cherky che è stato arrestato a Torino. I due marocchini residenti tra Celano e San Pelino dovevano smerciare una partita di droga di 626 grammi di cocaina.

Quando ieri sera gli agenti aquilani, supportati da quelli del commissariato di Avezzano sono arrivati a Celano per la notifica della misura cautelare hanno trovato altra droga e hanno fermato altre tre persone.

Si attendono ora le notizie ufficiali della Questura dell’Aquila. Nel collegio difensivo c’è l’avvocato Roberto Verdecchia.

ECCO LA NOTA DIFFUSA ALLA STAMPA DALLA POLIZIA:

Nella serata di ieri personale della Polizia di Stato ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare emesse dal GIP del Tribunale di Torino a carico di due cittadini magrebini un 36enne rintracciato a Celano (AQ) e un 26enne catturato a San Pelino di Avezzano (AQ).

I due stranieri negli ultimi due anni si erano resi responsabili di numerose cessioni  di sostanza stupefacente nel capoluogo piemontese.

Durante l’esecuzione del provvedimento a carico di uno di loro, all’arrivo degli operatori della Squadra Mobile della Questura di L’Aquila e del Commissariato di Avezzano presso l’abitazione ubicata a Celano (AQ), uno degli inquilini del ricercato ingaggiava una violenta colluttazione con gli operanti al fine di evitare l’ingresso in casa, gridando ad alta voce frasi in lingua araba nel tentativo di avvertire i suoi connazionali della presenza delle Forze dell’Ordine.

Gli Agenti nella circostanza riuscivano ad entrare nell’abitazione mentre il destinatario della misura cautelare, il 36enne, tentava di fuggire dalla finestra, ma veniva  prontamente bloccato dal personale appostato all’esterno.

All’interno dell’alloggio sono stati rinvenuti circa dieci grammi di cocaina, già divisa in dosi, la somma di duemilacinquecento euro in banconote di vario taglio, un bilancino di precisione e materiale utilizzato per il confezionamento.

Pertanto, i destinatari di ordinanza di custodia cautelare, un 26enne e un 22enne, coinquilini, venivano tratti in arresto in flagranza del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Un quinto cittadino marocchino, un 29enne, presente in casa al momento dei fatti, ma non residente in loco, è stato denunciato in stato di libertà per gli stessi reati.




Lascia un commento