Cipollone rassicura: “Servizi sanitari non saranno ridimensionati”. Sulla sicurezza: “A breve progetto interforze con il prefetto”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Nessun servizio sarà ridimensionato, non ci saranno chiusure e arriveranno potenziamenti per alcuni reparti”. A parlare è il vicesindaco di Avezzano, Emilio Cipollone, in merito all’interrogazione presentata ieri nella seduta del consiglio comunale straordinario dedicato alle interrogazioni e interpellanze, sul tema della Sanità.

“Che non ci saranno ridimensionamenti nei servizi erogati dalla Asl è stabilito dall’atto deliberato dall’azienda a fine settembre, attualmente in Regione per l’approvazione definitiva. Non sono previste chiusure di reparti. Anzi, per alcuni arriverà anche un potenziamento. Ne è un esempio la Neurologia che vedrà l’aggiunta di una decina di posti letto che si andranno a sommare ai 4 della Stroke Unite. In questo reparto d’eccellenza del nostro ospedale, solo nel 2016 sono state eseguite 117 procedure a fronte delle 30 di L’Aquila e le 50 di Pescara. Nell’anno che deve ancora chiudersi sono già 127 a confronto delle 28 di L’Aquila, le 75 di Pescara e le 51 di Teramo. Positive novità arriveranno anche per il reparto di Ortopedia che passerà, come nel caso della Stroke Unite, da unità operativa semplice a unità operativa complessa che prevede quindi anche la presenza del primario”. Il vice sindaco Cipollone ha anche sottolineato come è da sempre priorità dell’amministrazione accelerare i tempi della realizzazione del nuovo ospedale. Infine ha invitato tutti, ognuno per le proprie competenze, a “vigilare affinché la sanità marsicana non sia spogliata di servizi”.

Sull’argomento sicurezza il vicesindaco, affiancato dal dirigente della polizia locale, rispondendo ai quesiti sul tema ha evidenziato: “Su sollecitazione dei cittadini, a Piazza Matteotti sono stati istituiti dei presidi permanenti da parte della polizia locale a cui si sono aggiunti quelli di carabinieri e polizia e a breve sarà potenziata l’illuminazione pubblica. Per la struttura in via Toscana (ex casa di riposo San Giuseppe) è stato già deliberato dalla giunta la chiusura degli accessi per evitare l’ingresso ai non autorizzati; alla ex Clinica Santa Maria la proprietà dopo il nostro invito a intervenire per garantire la tranquillità dei residenti, ha già provveduto a mettere in sicurezza gli accessi”. Cipollone ha chiarito che saranno assunti 4 nuovi agenti e che sono in corso degli incontri con il prefetto per definire un progetto su cui il Comune sta investendo copiose risorse economiche, che vedrà coinvolta la polizia locale in collaborazione con le altre forze dell’ordine.

“Tutti i consiglieri proponenti i quesiti sono rimasti soddisfatti dei chiarimenti forniti”, commenta il presidente del consiglio comunale, Iride Cosimati, “e dell’andamento della seduta”.

 




Lascia un commento