Ciciotti: “Chi getta fango sul nostro Comune dovrà prima o poi renderne conto ai cittadini”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – “Continuiamo ad assistere sconcertati alle dichiarazioni del consigliere Alessia Fantozzi che, oltre a dimostrare scarsa conoscenza della realtà dei fatti che la riguardano nella triplice veste di cittadina, di mamma e di consigliere comunale, dimostrano anche come la stessa sia completamente condizionata da qualcuno a cui preme soltanto continuare a mettere in cattiva luce l’Amministrazione Comunale per tutte le iniziative positive sinora intraprese e che i cittadini apprezzano e giudicano utili per la comunità”. E’ quanto dichiara il sindaco di Capistrello, Franco Ciciotti.

“Il consigliere Fantozzi ha dichiarato di aver lasciato definitivamente la maggioranza. Le ricordiamo, nel caso lo avesse dimenticato, che ha fatto questa scelta due anni fa, pertanto, della maggioranza lei non ha mai fatto parte e non certo per nostra scelta. In merito alla vicenda delle scuole invitiamo il consigliere a documentarsi, al fine di evitare brutte figure. Se aveva così a cuore la vicenda, poteva dare il suo contributo e magari riportarci sulla retta via, quella delle soluzioni giuste e sensate che propone, invece di sparare a zero.

Appare alquanto evidente che le decisioni adottate dall’Amministrazione Comunale, con gradimento espresso dai genitori, sia per il servizio di trasporto scolastico sia per il trasferimento provvisorio degli alunni in Via Pertini ad Avezzano, hanno scompaginato i piani di qualcuno, ovvero demolito la credibilità di quest’ultimo, per tutte le non verità che ha messo in campo. Niente è riuscito a rallentare il nostro operato ed oggi i risultati sono sotto gli occhi di tutti i genitori.

Questa Amministrazione è costituita da persone per bene e da tecnici laboriosi che vivono del proprio lavoro ed hanno rinunciato anche ai compensi spettanti agli amministratori per dimostrare come si può fare buona politica senza vivere di politica. Quanto alla tematica dell’inchiesta giudiziaria appare utile ribadire che siamo a totale disposizione degli inquirenti per tutti i chiarimenti che dovessero essere necessari, ribadendo con forza che abbiamo sempre lavorato per il bene del Paese e per il perseguimento degli interessi dell’intera collettività.

La messa alla berlina non sarà consentita a nessuno e faremo di tutto per proteggere la nostra onestà e la credibilità del comune di Capistrello che abbiamo l’onore di rappresentare. Chi ha tentato o tenterà di gettare fango sulle nostre facce e sul comune di Capistrello, per puro scopo politico o per rancori personali, dovrà prima o poi renderne conto oltre che agli elettori anche alla propria coscienza”.

Infine un consiglio: “Nessuno si erga a giudice sulle vicende relative all’acquisizione di atti da parte della magistratura, per fatti scaturiti dalle solite denunce di ignoti. E non essendoci ad oggi nessun indagato né tantomeno nessun imputato, invito chiunque ad astenersi da commenti personali”.




Lascia un commento