Chiude la caserma dei carabinieri di Scurcola. I militari riceveranno i cittadini in Comune



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Scurcola Marsicana – Chiude la caserma dei carabinieri di Scurcola Marsicana e i cittadini, qualora ne avessero la necessità, potranno essere ricevuti dai militari in Comune, ma sui giorni e gli orari si aspettano ancora indicazioni da parte della compagnia di Tagliacozzo.

Lo stabile che ospitava la caserma non era più, infatti, nelle condizioni, sia strutturali che da un punto di vista dell’impiantistica, idoneo all’uso e non rispondeva alle più elementari norme per le quali essa potesse assolvere al suo specifico uso. Si tratta, per ora, di un trasferimento solo temporaneo.

“Tutta la popolazione – ha dichiarato il sindaco Maria Olimpia Morgante – era a conoscenza che già durante gli anni scorsi si paventava un trasferimento della caserma presso un edificio a Cappelle. Da subito, cioè dopo il nostro insediamento abbiamo iniziato a chiedere chiarimenti in merito, sembrava che fosse tutto quasi pronto, fino a quando qualche mese fa ci veniva comunicato che la pratica, ferma presso alcuni uffici preposti all’evasione della stessa, era stata archiviata.

Subito ci siamo impegnati ad incontrare i vertici dell’ arma per avere chiarimenti sulla vicenda, ci siamo incontrati in comune ed abbiamo concordato un percorso da intraprendere insieme poiché ci veniva assicurato che assolutamente la caserma dei carabinieri di Scurcola non avrebbe chiuso ma che lo stabile non era ormai nelle condizioni, sia strutturali che da un punto di vista dell’impiantistica, idoneo all’uso e non rispondeva alle più elementari norme per le quali essa potesse assolvere al suo specifico uso.

Quindi per ora il trasferimento è temporaneo, avremo un ufficio in Comune dove i nostri militari potranno ricevere i cittadini che ne avessero la necessità e sui giorni e gli orari aspettiamo indicazioni da parte della compagnia di Tagliacozzo. Intanto ci stiamo attivando per trovare idonee soluzioni al ripristino della stessa al fine di poter di nuovo ospitare l’Arma”.




Lascia un commento