Celano, viadotti a rischio sicurezza. Montagliani: Ci siamo mossi subito



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. L’Amministrazione comunale di Celano fin da subito si è fatta carico del problema dello stato di manutenzione dei viadotti. La specificazione arriva all’indomani delle segnalazioni, contenute in un articolo stampa, a proposito proprio delle condizioni del viadotto lungo il tratto di autostrada A/25, che presenta ferri arrugginiti e caduta di calcinacci.

E’ quanto si legge in una nota inviata dal Comune, che prosegue:

A questo proposito l’Amministrazione comunale, attraverso il consigliere comunale delegato alla manutenzione della Città Vincenzo Montagliani, spiega che: “fin dallo scorso anno l’Amministrazione Santilli si è attivata per segnalare il fatto ed individuare gli opportuni interventi tesi a risolvere le problematiche, lungo il tratto stradale della S.S. 696 che da Sardellino porta alla Tiburtina, più volte segnalate dai cittadini e dagli automobilisti. Come primo atto – dice ancora Montagliani – è stata interessata, con nota del Comune di Celano n.2900 del 1 marzo 2016, la direzione della Strada dei  Parchi con la quale veniva richiesta la manutenzione per il ponte autostradale al Km 100 e VIII e comunicata altresì la situazione di precarietà in cui verte il ponte. A seguito della tempestiva comunicazione inviata dal Comune di Celano il richiesto sopralluogo è stato effettuato istantaneamente per le dovute precauzioni e valutazioni del caso”.

Sempre a seguito di preventiva segnalazione, è stato ripristinato e sottoposto a manutenzione da parte dell’Anas il viadotto in località Tre Ponti dopo che un sopralluogo aveva accertato che gli stessi necessitavano di interventi accurati e necessari.

“Siamo ben lieti di collaborare con tali Enti per garantire la manutenzione dei viadotti – dice ancora Montagliani – e per questo motivo questi vengono da noi preventivamente messi a conoscenza dei problemi  per le immediate soluzioni. Prova di quanto affermato ne sono gli interventi concordati dopo accurati sopralluoghi con Le Ferrovie per la manutenzione dei ponti e dei tombini della ferrovia che sono stati ripuliti e ripristinati al normale funzionamento per evitare il deflusso di acqua”.




Lascia un commento