Celano, terminati i lavori di riqualificazione del vecchio cimitero e iniziati quelli per il ricircolo dell’acqua e nuovo rubinettamento delle fontane pubbliche



Celano – Il Sindaco Settimio Santilli, in una lettera posta sui social, spiega il progetto dei lavori terminati per la riqualificazione del vecchio cimitero e l’inizio di quelli per il ricircolo dell’acqua e nuovo rubinettamento di tutte le fontane pubbliche di Celano.
“Buongiorno e buon inizio settimana a tutti.
Sono terminati i lavori di riqualificazione di parte del vecchio cimitero, per intenderci vicino la chiesa. Steccati con defunti risalenti addirittura a prima del 1900, ridotti in condizioni di fatiscenza assoluta e divenuti anche molto pericolosi. Piuttosto che continuare ad ampliare il cimitero, abbiamo preferito riqualificare il vecchio, con le riesumazioni dei defunti più vecchi e la costruzione di ossari, dove contenere le ossa di questi col recupero quindi di spazi per nuovi loculi. Negli steccati riqualificati sono stati realizzati 208 loculi nuovi e circa 40 ossari. Sarebbe auspicabile che questa attività di riqualificazione del vecchio cimitero, visto lo stato in cui si trovano anche altri steccati, vada avanti anche negli anni a seguire, e che il cimitero non venga più ampliato trovandosi in una zona già di per sé molto impervia.
Circa 10 di questi loculi saranno destinati ai nostri frati francescani, affinché abbiano il giusto e dignitoso riposo. Penso che sia il minimo che la nostra comunità possa riconoscergli visto quanto fatto e lasciato alla nostra Celano, guidati sapientemente da Padre Corrado e Padre Osvaldo.
Il rispetto e il decoro per i nostri defunti devono essere principi indelebili e per sempre, considerando che ad altra vita indistintamente passeremo tutti”.
Iniziati con la fontana di piazza 4 novembre i lavori per il ricircolo dell’acqua e nuovo rubinettamento di tutte le fontane pubbliche di Celano.
Questi lavori consentiranno un risparmio di risorse idriche ed economiche del costo dell’acqua di circa il 30-40% annui.

(E.G.)