fbpx

Celano, riattivato il sostegno psicologico on line per chi, positivo al Covid-19, deve stare a casa in quarantena

Celano – La città di Celano è purtroppo tra le più colpite della Marsica dalla seconda ondata della pandemia di Covid-19.

Il Sindaco Settimio Santilli, sempre attento alle esigenze dei cittadini e in collaborazione con l’Assessore alla Sanità Antonella De Santis e tutta la sua amministrazione, ha ben pensato di offrire nuovamente alla propria cittadinanza un importante sostegno psicologico per coloro che sono costretti a stare a casa in quarantena perché risultati positivi al virus.

Stare a casa per oltre 10 giorni isolati da tutti e tutto, dalla propria quotidianità perché positivi al Covid-19 con sintomi o meno, con l’ansia di poter guarire prima possibile o nell’attesa del secondo tampone o in sorveglianza attiva perché contatto stretto con positivo, non è affatto semplice e facile. C’è ansia, c’è tensione e c’è fisiologica paura. Siamo persone, siamo tutti di carne ed ossa ed è normale che lo stato d’animo non sia più lo stesso rispetto a qualche tempo fa” esordisce il Sindaco.

Abbiamo quindi pensato di concerto con l’assessore alla sanità Antonella De Santis e con tutta l’amministrazione di riproporre la possibilità di avere un supporto psicologico e psicoterapeutico, grazie alla collaborazione dei professionisti che hanno ridato la loro disponibilità gratuitamente per fornire dei servizi online a chi ne voglia usufruire” dichiara Santilli.

Ai professionisti rivolgiamo un sentito e doveroso ringraziamento. Altri professionisti che vorranno aderire potranno trovare l’avviso loro rivolto e lo schema di domanda nel link creato appositamente sul sito del Comune di Celano già a marzo. Nello stesso link è possibile consultare l’elenco degli psicologi che ad oggi hanno già dato la propria disponibilità. Il Comune non ha effettuato e non effettuerà alcuna selezione, ma si limita a raccogliere le istanze pervenute, ed a indicare sulla sezione dedicata allo sportello psicologico il numero di telefono di tutti gli psicologi che hanno aderito alla presente iniziativa, lasciando al cittadino la libertà di scegliere il numero da contattare secondo i principi di libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza e pubblicità” continua il Sindaco.

NESSUNO SI DEVE SENTIRE SOLO. INSIEME CE LA FACCIAMO” conclude Santilli.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend