Celano in lutto per la scomparsa di Tonino Berardicurti, Sindaco Santilli: “grazie per ciò che mi hai insegnato”



Celano – La città di Celano oggi piange la scomparsa di Tonino Berardicurti di 71 anni. La notizia è stata accolta con profonda tristezza anche dal Sindaco di Celano, Settimio Santilli, che dedica al suo concittadino parole commoventi e di grande stima. “Ho avuto la fortuna di ascoltarlo, di parlargli e finalmente capire” scrive Santilli “Un ascolto che mi ha fatto crescere, mi ha arricchito, mi ha fatto capire la verità e la sofferenza; la sofferenza di una vita vissuta senza un papà, sempre in silenzio, con estrema dignità e senza il minimo aiuto di chi avrebbe potuto e dovuto farlo“.

Tonino, infatti, è il figlio di Antonio Berardicurti (di cui porta il nome), una delle due vittime del tragico episodio storico noto a tutti come “Eccidio di Celano“. Nella serata del 30 aprile 1950, infatti, furono esplosi colpi di arma da fuoco contro un gruppo di braccianti del Fucino che si erano radunati nella piazza di Celano. Rimasero a terra, senza vita, due uomini, Antonio Berardicurti, il padre di Tonino, e Agostino Paris. Tonino è quindi cresciuto senza un padre e con il peso della tragedia che glielo ha portato via in maniera così violenta e incomprensibile.

Ricordando la drammatica vicenda familiare di Berardicurti, Santilli scrive: “la storia non va distorta, ricostruita e raccontata con le proprie sensazioni, ideologie, per sentito dire, sfruttata per sordidi fini carrieristici o peggio per miserabili ed ignoranti propagande politiche, ma va scritta e narrata obiettivamente ascoltando le testimonianze dirette di tutti i protagonisti che l’hanno fatta, avendone estremo rispetto, educazione e riflessione“. Conclude poi il Sindaco di Celano: “Caro Tonino vola in cielo verso il tuo caro papà. Grazie di ciò che mi hai insegnato. Che tu possa finalmente provare la pace che meriti vegliando sulla tua splendida famiglia di cui eri tanto fiero. Le più sentite condoglianze alla famiglia“. Alle condoglianze del Sindaco Santilli si uniscono anche quelle della redazione di Terre Marsicane.



Leggi anche