Caro pedaggi A24-A25, 104 sindaci di Lazio e Abruzzo scrivono al ministro per sollecitare un incontro



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

L’Aquila- Da Lazio e Abruzzo 104 sindaci oggi hanno inviato una lettera al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, per sollecitare un incontro finalizzato ad affrontare la questione dei pedaggi e della sicurezza delle autostrade A24 e A25.

La delegazione degli Amministratori, si legge nella lettera,  era stata salutata nella riunione del 21/10/2019 con la rassicurazione che, entro la data del 30 novembre, ovvero temine ultimo fissato da Ministro per la sospensione degli aumenti tariffari, sarebbe stata riconvocata  per condividere il percorso amministrativo comune che dovrà portare al raggiungimento della soluzione strutturale, al blocco definitivo degli aumenti delle tariffa e alla velocizzazione degli interventi per la messa in sicurezza dell’intera tratta autostradale“.

“Purtroppo, ad oggi, nonostante l’approssimarsi della “fatidica” scadenza e·dello spettro dell’aumento del 20% delle tariffe, alcun aggiornamento, né tanto meno una convocazione è stata inviata dal Mit”.

Confidando ancora nel rispetto degli impegni assunti, si ribadisce, in caso  contrario, la ferma volontà  dei  sottoscrittori Sindaci ed Amministratori di porre in essere nuove manifestazioni e tutte Ie forme di ·protesta necessarie atte ad impedire lo scellerato aumento” concludono gli Amministratori

 

LEGGI LA LETTERA