fbpx
lunedì, 1 , Marzo

Tragedia a scuola: collaboratrice scolastica si accascia a terra e muore

Avezzano - Tragedia questa mattina all’Itis E.Majorana di Avezzano dove è morta, per cause naturali, una collaboratrice scolastica. La donna, originaria di Gioia dei Marsi,...

Prima pagina

“Carnaval”, il Teatro dei Colori conclude con la presenza in Tre Festival

AvezzanoCon il volgere ormai al termine di un mese d’agosto straordinario, una bella reazione a mesi di silenzio e di chiusura delle attività culturali,  il Teatro dei Colori conclude con la presenza in Tre Festival, presentando la sua ultima creatura, la ricostruzione ed una nuova versione di “Carnaval” omaggio a Camille Saint-Saëns e Oskar Schlemer, a conferma di un importante continuativo sforzo produttivo e nuove progettualità di ricerca sui linguaggi della scena.

- Advertisement -

Venerdì  21  agosto  “ Festival della Tuscia Viterbese” ad Oriolo Romano, nel parco di Villa Altieri.

Sabato   22 agosto nella bellissima cornice del Castello Piccolomini per il “Progetto Scena Aperta” a Celano.

Giovedì 27 nel prestigioso “Benevento Città Spettacolo” agli scavi archeologici dell’Arco del Sacramento. 

Carnàval

Un teatro musicale per mimi e figure      

Drammaturgia e  regia Valentina Ciaccia, 

da una scrittura scenica di  Gabriele Ciaccia 

Animatori: 

Andrea Tufo,Valentina Franciosi, Maddalena Celentano, Massimo Sconci 

Suono-luci: Boris Granieri        Organizzazione: Gabriella Montuori

 

Carnàval è lo spettacolo della pura gioia!  Il gioco dei colori e delle forme, libero ed infinito ! In questo capitolo della Trilogia Cromatica, le forme geometriche si vestono della meraviglia della natura, con animali sgangherati e panciuti, fiori e piante caleidoscopiche e fantastiche, buffi esserini che appaiono come spiritelli ad abitare le note della irriverente, poetica,  partitura di Camille de Saint-Saëns : Il Carnevale degli Animali. Ma sarà un magico Arlecchino a condurci nella storia, assieme ad altre maschere coloratissime, rimbalzanti, giocherellone, tante maschere come nella Commedia dell’Arte, come in un Carnevale del ‘900, perché Carnaval è anche un omaggio all’utopia e alla libertà del Bauhaus e al grande Oskar Schlemmer ! Il Carnevale in ogni forma e in ogni tempo, la festa della rinascita della natura e del rinnovamento, dove l’alto è il basso, e in un allegro girotondo si finisce tutti giù per terra. Mimo danza e animazione di figure luminose e brillanti, nello stile inconfondibile del Teatro dei Colori. Con un aiutino dal pubblico… Carnaval nasce infatti anche dallo scambio e dal dono dei bimbi, che sollecitati nel disegno, e nel creare le loro forme geometriche, hanno inventato con noi i buffi protagonisti di questa storia senza capo ne coda… anzi con tante tantissime code ! Attraverso l’analisi della composizione musicale, sarà agevole per docenti e genitori raccontare la storia della musica europea, con l’arguzia di Saint-Saënts potremo infatti ascoltare motivetti tonalità ed incipit delle più note composizioni, da Offenbach a Rossini…con in più, il guizzo di un inizio scherzoso, rubato ad un Saltarello Medievale, e il ricordo della grande musica progressiva italiana.

Le attività del Teatro dei Colori si realizzano con il concorso del  MIBACT  e della REGIONE ABRUZZO e degli Enti locali.    

Latest Posts

Ultim'ora