Capistrello dice no alla violenza sulle donne con il “Chimera Ensemble”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Capistrello – Un concerto per dire basta alla violenza sulle donne. Si è esibito oggi, nella splendida cornice della chiesa di Sant’Antonio, il gruppo “Chimera Ensemble” diretto da Emilia Di Pasquale e composto da Valentina Di Marco (Pianoforte), Natalia Tiburzi (Soprano), Beatrice Ciofani e Tamara Manganaro (Violino), Valentina Montuori (Viola) e Flavia Massimo (Violoncello).

Le 7 musiciste, tutte abruzzesi, hanno letteralmente incantato la platea. All’evento, patrocinato dal Comune di Capistrello, sono interventi il primo cittadino Franco Ciciotti, il vice sindaco Geltrude Scatena, l’officer distrettuale Lions Club Evelina Torrelli ed il presidente del Lions Club Avezzano Gabriella Rosci. Ha presentato Orietta Spera. Nel suo intervento, il primo cittadino ha sottolineato la sensibilità dell’Amministrazione da lui guidata verso i temi sociali. “La decisione di patrocinare questo concerto – ha detto – nasce dalla necessità di dare un segnale positivo a difesa dei deboli”.

Così Evelina Torrelli: “Le violenze perpetrate ai danni delle donne sono quotidiane. Ogni giorno vediamo ed ascoltiamo, attraverso i mass media, quello che accade in tutta Italia, le torture e le malvagità che le donne sono costrette a subire. Si tratta di un fenomeno pericoloso, il più delle volte difficile da scoprire. Bisogna sconfiggere la violenza, ma per poterlo fare occorre conoscere gli strumenti necessari. L’obiettivo del Lions è proprio questo:sensibilizzare alla violenza al fine di combatterla, ma soprattutto cercare di abbassare la soglia di tolleranza poichè il problema è essenzialmente quello. Bisogna diffondere la cultura della parità e del rispetto reciproco”.



Lascia un commento