Capistrello, Ciciotti: “Il locale circolo del Pd continua ad arrogarsi meriti che non ha”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – “Senza alcuna dignità politica, il Pd di Capistrello si arroga meriti che non ha. Non ci meraviglia più di tanto l’atteggiamento che il circolo, nella persona del neo segretario Alessandro Croce, ostenta a mezzo stampa, fregiandosi di risultati che nulla hanno a che vedere con loro, ma ai capistrellani si deve verità e rispetto”. Così il sindaco di Capistrello, Franco Ciciotti, replica alle dichiarazioni del segretario del locale circolo del Pd che rivendica l’intervento in vari finanziamenti che l’Ente regionale ha elargito al Comune di Capistrello.

“I finanziamenti ottenuti dalla Regione, e di cui il Pd rivendica la paternità, sono solo ed esclusivamente il frutto della nostra attività amministrativa. L’impegno profuso per la messa in sicurezza di Monte Arezzo, così come quello per portare la banda larga in paese, appartiene a noi e a nessun altro.

Nel caso dei fondi avuti per la messa in sicurezza di via Conserva e via Luco va, inoltre, sottolineato che si tratta di rimborsi. Il Comune di Capistrello, infatti, nel dicembre 2016 provvide con risorse proprie a procedere con gli interventi. Per la messa a norma del collettore fognario di via Traetto, infine, abbiamo inoltrato richiesta al Cam, il quale si è impegnato a realizzare i lavori in cofinanziamento con il Comune di Capistrello. E’ tutto documentabile, ma una domanda sorge spontanea: come mai il Pd locale non ha usato il suo ‘potere’ negli anni passati quando era un tutt’uno con l‘Amministrazione Comunale?

Eppure i mali di Capistrello hanno radici profonde, non sono nati dal giugno del 2015. Perché piuttosto Croce non ci giustifica la revoca, durante gli anni in cui ricopriva la carica di vice sindaco dell’Amministrazione Lusi, di ben 635.000 euro (400.000 ristrutturazione fabbricato + 120.000 per sistemazione viabilità + 90.000 informatizzazione immobile da ristrutturare + 25.000 parco avventura) da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze? O ancora la revoca di 103.000 euro per il Parco Fluviale da parte della Provincia? Per non parlare dei 240.000 di fondi destinati alla Scuola Sabin che si sono visti revocare dalla Regione.

La verità è che, pur di sminuire l’operato dell”Amministrazione Ciciotti, il Pd locale non si preoccupa di scivolare nell’assurdo. Vorrei infine consigliare a Croce di essere più chiaro nelle sue affermazioni. Il segretario, infatti, dapprima ci tiene a sottolineare che l’Amministrazione Ciciotti gode dei finanziamenti regionali grazie all’intervento del Pd di Capistrello e poi asserisce che il governo regionale guarda al bene delle persone e non ai colori delle Amministrazioni. Infatti, il governo regionale ha elargito fondi, in tempi non sospetti, a tutti i comuni che avevano diritto al finanziamento e non certo per le rivendicazioni sconcertanti del nuovo segretario del Pd locale. Un po’ troppa confusione nelle sue dichiarazioni”.




Lascia un commento