Cane da caccia abbandonato perché vecchio e cieco. Dal canile: “così ragionano i cacciatori”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Sante Marie – Presso il Canile sanitario di Sante Marie è stato accolto un cane da caccia abbandonato da poco. Si tratta di un cane vecchio che, ormai, non vede più. “Quando il cane non serve più a niente si butta via, così ragionano questi cacciatori“, denunciano dal canile.

Purtroppo l’abbandono dei cani da caccia è un’altra grave piaga della nostra “civiltà”. Sono cani spesso di razze pregiate, allevati per scovare e raccogliere selvaggina e accompagnare gli uomini durante le battute di caccia. Eppure, in troppe circostanze, i cani da caccia ormai vecchi e non più abili vengono spesso allontanati e lasciati soli.

Proprio come è accaduto al cane in questione. La stagione venatoria è stata riaperta da pochi giorni ma, evidentemente, qualcuno ha ritenuto che il suo cane anziano, magari dopo anni trascorsi a cacciare insieme, non valga più nulla, nemmeno dal punto di vista affettivo. Sarebbe bello che qualcuno adottasse questa creatura e le permettesse di vivere ancora qualche anno in serenità.