Campionato amatori Avezzano: l’arbitro “nel referto denuncia minacce di morte e vari tentativi di aggressione, 1 anno di squalifica per un calciatore”



Spiacevole episodio sul campo di gioco del girone B del campionato Amatori LND di Avezzano. Il direttore di gara, Damiano Proia, durante la partita tra Amatori Marruviana e Ortigia, terminata con il risultato di 2-2, ha ricevuto minacce di morte e vari tentativi di aggressione da parte di un giocatore della squadra di casa a seguito di un provvedimento disciplinare di espulsione.
Sul referto, come riportato da Tuttocampo.it, si legge che” l’atleta ha provato prima in campo a colpire l’arbitro con una testata, poi nell’intervallo ha atteso il direttore di gara nei pressi dello spogliatoio per cercare lo scontro fisico e poi a fine partita ha tentato di fare irruzione nello spogliatoio sempre con l’intento di aggredirlo.
Al calciatore, come riportato dal Comunicato Ufficiale N°35 diffuso dalla delegazione provinciale di Avezzano della LND, il giudice sportivo ha comminato la squalifica per 1 anno”.

IL COMUNICATO LND Avezzano: AMATORI MARRUVIANA AVEZZANO – ORTIGIA del 26.3.2022
“Si provvede a comminare la squalifica fino alla data del 1.4.2023 in quanto, come si evince dal referto arbitrale, il calciatore Fina Giuseppe si è reso responsabile della condotta prevista e sanzionata dall’art. 35 del Codice di Giustizia sportiva. Tale condotta si manifestava, sempre a far fede fino a prova a contraria, dal referto del giudice di gara, nella
seguente modalità: “…Fina Giuseppe…espulso per rosso diretto perché dopo aver commesso fallo si scagliava contro di me venendomi addosso, minacciandomi di morte, insultandomi e mi sferrava quasi una testata sul naso colpendomi con la fronte. A fine primo tempo mi attendeva lungo la scalinata che porta verso gli spogliatoi continuando ad insultarmi e minacciarmi e tentava di aggredirmi, veniva allontanato dai compagni. A fine gara tentava di entrare nel mio spogliatoio cercando di aggredirmi e continuava ad insultarmi…pesantemente”.



Leggi anche