Campagna di informazione della Questura di L’Aquila per contrastare il diffondersi del virus

L’Aquila – La Questura di L’Aquila realizza, al fine di contrastare il diffondersi del virus, una campagna di informazione rivolta ai giovani e ai gestori di attività commerciali nella Provincia con la collaborazione della Polizia di Stato e delle Polizie Municipali, e con il patrocinio dei Comuni di L’Aquila, Avezzano, Sulmona, Castel di Sangro, Tagliacozzo, e delle Associazioni di categoria quali Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, CNA.

Così la Questura in un comunicato:

“La Questura di L’Aquila, nell’ambito delle attività svolte quotidianamente finalizzate al contrasto del diffondersi del virus COVID-19, con il riavvio delle attività commerciali e la conseguente maggiore mobilità, ha attuato una campagna di informazione attraverso una capillare attività di “assistenza” ai gestori degli esercizi commerciali di questa provincia.

Tale iniziativa ha visto la comune, congiunta collaborazione della Polizia di Stato e delle Polizie Municipali nel mettere a corrente i suddetti commercianti dell’esatte condotte da tenere, sia riguardo alle misure di tutela sanitaria sia a quelle di sicurezza.

Va rappresentato che tale strategia di approccio al fenomeno degli assembramenti e del distanziamento sociale, nonché di profili più afferenti al controllo del territorio, viene realizzata attraverso un nuovo modello di sicurezza che mira a un coinvolgimento preventivo degli attori in campo, in una logica di comunicazione c.d. “a porta a porta” in merito agli adempimenti da tenere.

A tal proposito è stata realizzata una locandina, indirizzata soprattutto ai giovani, che sono soliti frequentare i locali della c.d. “movida”, la quale contiene vignette raffiguranti le regole di buon comportamento.

Il poster ha visto il patrocinio dei Comuni di L’Aquila, Avezzano, Sulmona, Castel di Sangro e Tagliacozzo e delle Associazioni di categoria quali Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, CNA e verrà distribuito alle attività commerciali della provincia”.