CamminAQ 2021 dal 25 al 27 giugno a Rocca di Mezzo e Caleno: sport, inclusione e promozione territoriale



Dopo l’edizione “a distanza 2020”, realizzata con pillole video di consigli sull’attività motoria, torna in presenza, ed alla grande, il CamminAQ 2021, e lo fa con una edizione che tocca due località della provincia, Rocca di Mezzo e Celano, e con un potente messaggio di promozione della salute, grazie alla collaborazione con A.MA.R.E. Onlus, Associazione per le Malattie Rare Ematologiche.

Il Nordic Walking AINWA è forma di attività motoria nella quale l’utilizzo di un paio di bastoncini, specifici per questa disciplina, viene abbinato alla corretta tecnica del cammino ed alla postura ottimale. I bastoncini, nel più assoluto rispetto del camminare naturale, esaltano il movimento delle braccia.

Questo trasforma il nostro organismo da due a quattro elementi propulsivi. Un’attività motoria adatta a tutti quindi ed in grado di mantenere la forma e, come AINWA, Associazione Italina di Nordic Walking Applicato sostiene da anni, con le sue esperienze applicate in campo di diabete, BPCO, Sclerosi, “applicabile” tranquillamente, con Istruttori qualificati, anche a persone con patologie.

Dice Francesco Fagnani, Presidente AINWA “con il 2021 siamo tornati al CamminAQ nella sua più alta accezione, portando pazienti, medici esperti sulla tematica, operatori sanitari ed appassionati provenienti da ogni parte d’Italia a toccare con mano la bellezza e la storia del nostro territorio e lo abbiamo fatto in partnership con A.MA.R.E. Onlus. L’obiettivo condiviso è quello di creare nordic walkers fra cui alcuni se lo vorranno, potranno in seguito far parte del prestigioso novero dei nostri Istruttori, diventando essi stessi ambasciatori di questa forma di benessere e prevenzione”. 

Angelo Lupi, Presidente A.MA.R.E. Onlus “l’iniziativa è nata per incoraggiare ad intraprendere attività sportive, aumentare stima, amicizia e fratellanza tra emofilici. In particolare, quest’anno, di concerto con AINWA, abbiamo puntato sul concetto che l’emofilico trattato e seguito può intraprendere attività sportive come il resto delle persone non affette da emofilia. L’evento ha l’obiettivo di promuovere la diffusione di buone pratiche, come il Nordic Walking e combattere tutte le forme di discriminazione sportiva per i ragazzi affetti da emofilia”.

La complessa ed articolata iniziativa, la cui organizzazione come evento è stata curata da Alba Auxilia, è stata resa possibile anche grazie alla partnership non condizionante di Novo Nordisk verso A.MA.R.E. Onlus e del sostegno istituzionale della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila.

Comunicato stampa