Cam, Pierleoni e Mazzocchi replicano a Boccia: “Ricostruzione di parte e senza alcun riscontro contabile”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Quanto affermato dal consigliere Boccia in ordine al bilancio consolidato del comune di Avezzano è sbalorditivo“.

E’ quanto dichiarano in una nota stampa Felicia Mazzocchi, assessore del comune di Avezzano e componente Consiglio di Sorveglianza Cam e Alessandro Pierleoni, Presidente Consiglio di Sorveglianza Cam.

“Come può dare rilievo a fatti che non hanno riscontro contabile, se non ricostruzioni di parte, che se avessero avuto la natura di credito certo, risalendo ai cinque anni che ci hanno preceduto, nei quali egli stesso era assessore alle partecipate del comune di Avezzano e revisore nel consiglio di sorveglianza del Cam, avrebbe avuto tutto il tempo di pretenderne l’iscrizione in bilancio dal consiglio di gestione. Questo non risulta. E già, perché è noto che i crediti che non hanno un titolo giuridico certo potrebbero generare, esattamente al contrario di quanto afferma Boccia, un attivo patrimoniale falso. Non solo. Una conseguente tassazione su ricavi non conseguiti”.

“Se finora è prevalsa la prudenza – concludono – ci sorprende che si voglia forzare su scritture contabili inverosimili. Tant’è che già la corte dei conti, proprio sul caso della sospensione del pagamento sul revisore Coglitore, si è espressa contro il Cam. Ci chiediamo chi pagherà i maggiori costi di questa operazione ? Allora noi, per quanto possa esserci permesso rispetto al noto difficile momento che sta attraversando l’ente, non ci prestiamo a strumentalizzazioni disfattiste, costruite ad personam e rilevate il giorno prima della nostra nomina, ma andiamo avanti per la nostra strada e, piuttosto, abbiamo avviato una corposa attività di controllo insieme agli altri organi del Cam per approfondire tutte le situazioni di debito e credito. È per questo che i sindaci ci hanno scelto, è per il bene dei cittadini che intendiamo operare”.




Lascia un commento