Boom di partecipanti alle gare organizzate dal Gruppo Sportivo Celano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – Grande successo di partecipanti nelle gare organizzate dal Gruppo Sportivo Celano nell’ultimo fine settimana.

Venerdì boom di partecipanti alla gara di corsa in montagna di circa 2,5 chilometri e mille metri di dislivello. Gara a cronometro, sono partiti in 120 da piazza Aia per la vetta della Serra. Ha vinto il giovanissimo Carlo Colaianni, 19 anni, del team Bogn da Nia Tecnica, col record di 41minuti e 12 secondi davanti a Antonio D’Alessandro (team Movimenti), vincitore delle passate due edizioni, tempo 44:54, ed Antonio Carfagnini, Parks Trail Promotion, tempo 45,40. Il podio femminile ha visto prevalere Raffaella Tempesta dell’asd Terminillo trail, in 58,38, davanti a Nataliya Shablista, del GS Celano, in 1.00.22 ed Annalisa Cipollone, Parks trail Promotion, in 1.00.26.

90f55890-46c5-44b0-bbd4-867e87c6d323Domenica 12, invece le gare lunghe. L’Ultra Serra con oltre 100 iscritti è stata espugnata da Donatello Di Sante, Parks Trail promotion, arrivato insieme a Maurizio D’Andrea GP Runners Sulmona, che hanno chiuso gli oltre 64 km in 7.58.09. Sul podio anche Maurizio Di Paolo, Acli Marathon, in 9.19.00. Tra le donne prima Viviana Ricci, Sci Club Gran Sasso, in 10.15.26, davanti a Cesira Paponetti, Plus Ultra Trasacco, in 11.23.16, e Maria Teresa Cannuccia, Parks Trail Promotion, in 12.44.00.

Contemporaneamente la gara corta di 18 chilometri e 145 partenti è stata vinta ex aequo da Antonio Carfagnini, Parks Trail Promotion,  e Alessio Giancola, Mountain Lab, in 1.55.18. sul podio anche Giampiero tartaglia, Sds L’Aquila, in 1.59.24. Tra le donne ha prevalso Raffaella Tempesta dell’asd Terminillo trail, in 2.28.04, davanti a Annalisa Cipollone, Parks trail Promotion, in 2.35.10, e Alessandra Di Marco, Plus Ultra, in 2.49.23.

Grande soddisfazione degli organizzatori per questo appuntamento che ormai è diventato un classico nel panorama sportivo nazionale. La partenza dall’interno del castello Piccolomini, il sito artistico simbolo dell’Abruzzo, ha affascinato gli atleti provenienti da tutta Italia che non si sono fatti spaventare dalla pioggia.




Lascia un commento