Bambini fragili, lo sfogo di una mamma: “Da mesi senza cure riabilitative, ci sentiamo ignorati dalle istituzioni”


Marsica – Ottenere un percorso riabilitativo dignitoso, per dare loro una parvenza di normalità. Lo chiedono i genitori dei bambini con disabilità psico-cognitiva che ogni anno sono costretti a sedute trisettimanali di logopedia, psicomotricità ed attività psico-cognitiva. Da 6-7 mesi questi bambini sono senza terapia, soggetti ad un processo di regressione.

“Nei primi tre anni – racconta una mamma marsicana – le sedute venivano effettuate presso una struttura di Avezzano, poi inspiegabilmente il posto per mio figlio non c’era più e sono stata costretta a recarmi prima in una struttura riabilitativa di Lecce nei Marsi e, successivamente, a Capistrello. Ora mi dicono che anche in questa struttura non c’è più posto per il mio bambino e da gennaio le sedute riabilitative sono state sospese. Altri genitori si trovano a vivere la mia stessa situazione.

Ci chiediamo come sia possibile che nella nostra ASL proprio per le persone più deboli, i bambini con queste fragilità, ogni anno puntualmente si debba faticare per vedersi riconosciuto un diritto. Chiediamo solo la possibilità di ricevere, per i nostri bambini, un diritto sancito dalla Costituzione, ossia il diritto alle cure e il sacrosanto diritto ad avere, senza lunghe interruzioni e cambiamenti, le sedute di riabilitazione linguistica e psicologica.

Chiediamo a chi di competenza di vigilare e verificare quali siano i requisiti selettivi adottati per poter accedere ai percorsi privilegiati riabilitativi per minori, senza provocare queste lunghe interruzioni che comportano una perdita quasi totale dei benefici ottenuti durante 12 mesi di terapia. Ci sentiamo soli ed abbandonati dalle istituzioni”.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Con Vanessa nel cuore, sport e solidarietà con il Campione di calcio Luciano Zauri e la proloco di Casali D’Aschi

Gioia dei Marsi – Ieri, per l’inizio del torneo di Calcetto Summer Cup a Casali di Aschi, alla presenza di Luciano Zauri, Paola la madre di Vanessa, Herbert e il ...


Progetto “Housing First” ad Avezzano, la casa prima di tutto. Il Comune ottiene 710 mila euro di finanziamenti

Il progetto tende la mano alle persone fragili della comunità, spesso senza fissa dimora, a conferma dell’attenzione del Comune alle difficoltà dettate da crisi sociali ...

Si è conclusa la prima edizione di “Storie in circolo”

Il direttore artistico Francesco Sportelli “Siamo molto felici della risposta che il progetto ha ricevuto"

Nasce il pronto intervento sociale: aiuto a 200 famiglie di 34 Comuni

Marsica – Nasce il pronto intervento sociale che prevede un aiuto per 200 famiglie in 34 Comuni. Il progetto “L’unione fa la forza”, presentato nei ...