Avviato il progetto per la messa in sicurezza dei paesi della Marsica per la conservazione dell’Orso Bruno Marsicano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Marsica – E’ stato avviato ufficialmente il progetto finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per la messa in sicurezza dei paesi della Marsica per la conservazione dell’Orso bruno marsicano.

Come prevede il progetto in questione, tra le azioni sperimentali, è iniziata la cessione in comodato gratuito ai privati che possiedono ricoveri per animali censiti assieme alle amministrazioni comunali di Villavallelonga, Collelongo e Lecce nei Marsi, dei pollai ad alta resistenza all’attacco da parte dell’Orso bruno marsicano, con il fine di eliminare le strutture precarie e fatiscenti utilizzate anche per il ricovero degli animali da cortile, inadeguate anche in termini sanitari, paesaggistici e di decoro urbano, ma soprattutto con l’obiettivo di eliminare la presenza di fonti di cibo disponibili per l’orso all’interno delle aree urbane e dello loro vicinanze.

La cessione del pollaio “anti orso” sarà subordinata alla definitiva rimozione, da parte dei proprietari, delle strutture precarie. Il progetto prevede inizialmente la consegna di 55 pollai prefabbricati anti Orso.

Il pollaio brevettato dal Parco, con l’aiuto della ditta “Faza” di Roma, è un riparo adatto ad ospitare, nel pieno rispetto del benessere animale e secondo le più moderne strategie, fino a 10 galline. Dispone di pavimento autopulente, nido per la deposizione di uova, mangiatoia, abbeveratoi e tetto coibentato. Realizzato in acciaio zincato è appositamente progettato per resistere agli eventuali attacchi di orso bruno marsicano.

Il progetto ha il primario obiettivo della conservazione dell’orso bruno marsicano, simbolo del Parco d’Abruzzo e rappresentante di un endemismo esclusivo dell’Italia centrale. In secondo luogo questo lavoro di squadra che coinvolge il Parco e le amministrazioni comunali, vuole anche rispettare il diritto dei cittadini al allevarsi qualche gallina.

Martedì 20 marzo all’incirca alle 17:30 il progetto in questione verrà presentato anche dalla trasmissioni GEO di RaiTre. (C.B.)




Lascia un commento