Avezzano sconfitta col Montegiorgio. Giampaolo: “Testa bassa e lavorare fino a maggio”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Arriva la seconda sconfitta su due partite del girone di ritorno per l’Avezzano. Si fa sempre più duro l’obiettivo salvezza, specialmente perché il match con il Montegiorgio era uno scontro diretto fondamentale, anche per il morale dopo la partita di Cesena.

Una gara noiosa, su un campo che sembrava una pista di pattinaggio e non ha favorito il gioco palla a terra. Nei novanta minuti davvero poche le occasioni degne di nota.

L’Avezzano ha fatto qualcosa in più nel secondo tempo, ma i biancoverdi sono stati piuttosto sterili, con poche idee. Buono, tutto sommato, l’esordio del tanto atteso Samb: l’attaccante, scuola Genoa, ha protetto tanti palloni facendo salire la squadra, e ha messo in mostra un buon sinistro. Splendido il gesto tecnico della rovesciata nel primo tempo, purtroppo inutile perché in fuorigioco.

LA PARTITA

Al 7’ bell’intervento di Fanti su un colpo di testa pericoloso di Sbarbati. Ospiti subito pericolosi da calcio di punizione.
Al 30’ Tariuc sbaglia completamente la conclusione dagli sviluppi di un corner e spara alto.
Passano otto minuti e un cross di Di Nicola può diventare pericoloso perché va dritto verso la porta creando non pochi problemi a Menegatti che devia in angolo.
Nell’ultimo minuto della prima frazione l’Avezzano perde palla in disimpegno, Proesmans allarga dalla trequarti per Pellizzi che, in area, sbaglia l’assist rasoterra.

Scende più convinta la swuadra di casa nella ripresa. Al 49’ Samb, spalle alla porta al limite dell’area si gira, elude la pressione dei difensori e scarica un sinistro di poco alto.
Subitp dopo ripartenza del Montegiorgio che sfiora il gol, attentissimo Fanti su un tiro ravvicinato.
AL 53’entrano Sinato per Fanti, Puglielli per DI Renzo e Padovani per Bruni.
Al 56’ Pellizzi la alza di testa e quasi sorprende Sinato costretto a mandare in corner.
Dall’angolo arriva un cross che attraversa l’area, raccoglie la sfera Ghiani che la mette dentro per Pellizzi, il numero 11 non sbaglia sotto porta e fa 0 a 1.
Dopo un’ora di gioco, episodio chave del match: espulso Besana per una spinta ai danni di un avversario. Gesto di stizza e inesperienza del numero 2 biancoverde.
All’83’ Fulvi prova un destro a effetto da 25 metri, troppo centrale.
AL 90’ occasione del raddoppio marchigiano. Sbarbati si vede negare il gol da un grande Sinato.
Al 91’ occasione per Tariuc, troppo altruista si libera bene in area ma non calcia.

POST PARTITA

Mister Paci (Allenatore Montegiorgio):

Questa è la nostra quinta vittoria di fila. Il nostro obiettivo rimane la salvezza, ma quando vinci cinque partite consecutive, vuol dire che hai valori morali oltre che tecnici. Vorrei elogiare anche chi non gioca che si allena bene, è per quello che tutti sono concentrati. Oggi abbiamo proposto buoni fraseggi e buone trame di gioco. Abbiamo dimostrato la personalità che io pretendo. Il sacrifico sta alla base di tutto. Il girone è uno dei più importanti in Italia. Fare bene qui è un forte segnale.

Mister Giampaolo:

L’errore è stato provare a giocare palla a terra su un campo in pessime condizioni. La partita è stata condizionata da episodi. Abbiamo buttato un tempo, eravamo frenati loro avevano più voglia. Besana ha fatto un errore di gioventù, dovevamo sfruttarlo sulla fascia col sole nel secondo tempo. Dobbiamo farci un esame di coscienza e stare tranquilli. Il campionato è lungo ancora. Mercoledì dobbiamo e possiamo rimetterci in carreggiata. Bisogna migliorare l’atteggiamento. Siamo stati contratti nel primo tempo. Bisogna ammettere che non abbiamo giocato bene, non mi è piaciuta la squadra. Potrebbe essere salutare la sconfitta. Anche I nuovi devono capire che il campionato è difficile. Testa bassa e lavorare fino a maggio.




Lascia un commento