Avezzano Rugby: i gialloneri perdono a Catania dopo una brillante partita, perde anche la 18 Posta in arrivo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano“E’ un peccato tornare a casa senza neanche un punto dopo un primo tempo molto interessante che ci ha visto in vantaggio di 3 mete a 1, tre mete bellissime, frutto davvero del lavoro fatto nelle ultime settimane e della voglia di giocare e vincere dei giocatori nonostante una formazione rimaneggiata per infortuni e indisponibilità“.

Così l’allenatore dell’Avezzano Rugby, Pierpaolo Rotilio, ha commentato la partita di Catania, persa dai gialloneri con il risultato di 39 a 17. “Purtroppo un paio di infortuni hanno fatto la differenza, e ci siamo ritrovati senza una prima linea di ruolo – ha spiegato Rotilio – sono saltate tutte le organizzazioni e questo ha ridato fiducia al Catania che ha approfittato anche dei due cartellini gialli”.

Le mete sono state segnate da Michele Costantini, Lorenzo Di Matteo e Roberto Lanciotti che ne ha trasformate anche due.  “Faccio i complimenti agli avversari che oggi sono stati più forti – ha concluso il tecnico – e faccio i complimenti anche ai 20 giocatori dell’avezzano che sono scesi in campo con grande determinazione e attaccamento alla maglia lottando su tutti i palloni”.

Amareggiato anche il capitano giallonero Roberto Lanciotti.

Abbiamo giocato bene purtroppo avevamo la coperta molto corta e non appena sono usciti Urbani e Farina abbiamo avuto problemi – ha detto il capitano – detto questo c’è da dire che è stata una partita molto dura; nel primo tempo siamo riusciti a mettere in difficoltà la squadra di casa, mettendo a segno 3 mete consecutive in pochi minuti e chiudendo in vantaggio – ha spiegato Lanciotti – la seconda frazione ha visto un nostro calo fisico e di conseguenza abbiamo subito il loro gioco; nonostante ciò – ha concluso il giallonero – abbiamo lottato fino all’ultimo minuto per portare a casa almeno un  punto utile per la classifica, ma purtroppo non siamo riusciti”.

Da segnalare infine la sconfitta dell’under 18 e dell’under 16 che hanno perso rispettivamente a L’Aquila e ad Ostia, buona invece la prestazione delle altre categorie del minirugby impegnate a Sora.