Avezzano, ostacolo Notaresco superato. I biancoverdi vincono 1 a 4 sul campo della terza forza della classifica.



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Notaresco – Arriva su un campo difficile la settima vittoria in questo campionato per l’Avezzano Calcio. Nel derby  abruzzese col San Nicolò Notaresco, terza forza della classe, i ragazzi di Giampaolo non sbagliano un colpo e concretizzano tutte le occasioni ghiotte, chiudendo i conti tra fine primo e inizio secondo tempo.

Priva di Bruni, fermo per infortunio, ma con un ritrovato Besana, la formazione marsicana porta a casa tre punti d’oro in chiave salvezza, trovando inoltre la consapevolezza che nessun avversario è impossibile da battere.

Si potrebbe pensare, leggendo l’1 a 4 finale, che il match sia stato interamente nei piedi dei biancoverdi, ma non è del tutto così. Dopo un primo tempo sterile, nel quale sono i padroni di casa a far girare di più la sfera, non sfruttando a dovere le azioni pericolose create, gli avezzanesi vincono grazie al maggiore cinismo e alla grande voglia di vincere espressa sul terreno di gioco.

La classifica ora si fa meno amara per il club di via Ferrara, 15° a quota 24 punti, dopo 24 giornate.

LA PARTITA

All’8′ si rendono subito pericolosi i padroni di casa, lancio in profondità a cercare Candellori, ottima la sponda per Minella che, però, calcia fuori.
Per tutta la prima frazione non ci sono altre occasioni degne di nota, fino a quando, al 43′ Samb viene messo giù al limite dell’area avversaria. Sul pallone va Manari, uno degli ex della gara, che col destro trasforma il calcio piazzato e fa 0 a 1, senza esultare. Bellissima traiettoria a girare che supera un incolpevole Monti.

Nella ripresa l’Avezzano dilaga in un quarto d’ora. Al 47′ è Samb con un gran tiro di esterno sinistro a sorprendere il portiere per il raddoppio biancoverde.
Passano solo cinque minuti e i biancoverdi guadagnano un calcio di rigore, trasformato con freddezza da Padovani. 0 a 3. Nessuna esultanza neanche per lui, altro ex del match.
Al 61′, sugli sviluppi di un corner battuto corto da Kras, Manari pesca in area Tariuc che di testa cala il poker e chiude di fatto la gara. 0 a 4.
Al 75′ un bel filtrante mette a tu per tu Bontà contro Sinato, il centrocampista del Notaresco rimane lucido e spiazza il giovane portiere ospite, segnando il definitivo 1 a 4.
I minuti corrono sul cronometro e la partita termina così, sono troppo deboli e imprecisi gli ultimi affondi dei padroni di casa che escono, sconfitti, dal proprio stadio.