“Avezzano e il prosciugamento del Fucino”

Avezzano -La casa editrice “Edizioni Kirke” rende nota l’uscita del libro “Avezzano e il prosciugamento del Fucino” di Guido Jetti. Dalla quarta di copertina del libro: «Tra la fine del Settecento e i primi anni dell’Ottocento si riaprì prepotentemente la “questione del Fucino”, col proposito di risolvere in maniera definitiva, ripristinando l’antico Emissario romano, il millenario problema legato al regime discontinuo delle sue acque, che alternavano ritiri e inondazioni a danno degli abitati ripuari.

Questo libro ripercorre le fasi cruciali che porteranno al prosciugamento del terzo lago d’Italia per estensione, impresa che scriverà negli annali della storia il nome di Alessandro Torlonia e dei suoi tecnici, ma segnerà anche l’inizio di controversie e rivendicazioni sul piano giuridico, sociale e ambientale che si protrarranno per quasi un secolo, testimoniando, nello stesso tempo, la graduale ascesa di Avezzano, da modesto borgo rivierasco a capoluogo del distretto della Marsica».

Il volume è corredato da foto inedite e da una silloge di documenti ottocenteschi, tra i quali anche alcuni atti relativi all’antico culto della Madonna di Pietraquaria. Guido Jetti è nato ad Avezzano (L’Aquila) nel 1932. Magistrato dal 1958, ha presieduto la quinta sezione penale della Corte Suprema di Cassazione, collaborando a numerose riviste giuridiche.

Appassionato di ricerche storiche e archivistiche, ha scritto: Cronache della Marsica (1978); Fucino, massoni e preti (1983); Camillo Corradini nella storia politica dei suoi tempi (2004); Il referendum istituzionale (tra il diritto e la politica) (2009); La Destra prima della Fiamma. La parabola del Partito fusionista italiano (2011). Per Edizioni Kirke ha già pubblicato: La Marsica in due secoli. Tra intellettuali, sovversivi e latifondisti (2012); Il Re, il Parlamento e le barricate di Napoli (1848-1849) (2014).

Lascia un commento