Avezzano, alternanza scuola-lavoro, il Cam apre le porte agli studenti dell’I.i.s Majorana



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Studenti dell’I.i.s “Majorana” alla scoperta del sistema idrico integrato del Cam: al via il progetto di alternanza scuola-lavoro, anello di congiunzione tra istruzione e formazione con il compito di dare ai giovani la possibilità di fare esperienze pratiche sul “campo” che facilitino l’inserimento lavorativo.

Il percorso di conoscenza e formazione pratica ha mosso i primi passi nell’aula riunioni del Cam dove l’amministratore delegato, Giuseppe Venturini, e il responsabile del laboratorio analisi, Alberto Cipolloni, hanno introdotto gli studenti nel mondo delle attività svolte dal Consorzio Acquedottistico Marsicano e nelle leggi che regolano il funzionamento del ciclo idrico integrato. Un primo passo che sarà seguito da altri momenti informativi sui sistemi di captazione e adduzione delle acque, i serbatoi di accumulo, il servizio di depurazione, i controlli di laboratorio.

Il piano di lavoro prevede anche visite a un impianto di depurazione (Pescina) e a una centrale di sollevamento dell’acqua (Ortona dei Marsi). La governance del Consorzio Acquedottistico Marsicano (Presidente, Paola Attili; Amministratore delegato, Giuseppe Venturini; Consigliere di gestione, Armando Floris), quindi, si fa parte attiva della legge di riforma n° 107/15 che introduce e regolamenta l’obbligo di alternanza scuola-lavoro da svolgersi per tutti gli alunni nell’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado, con l’obiettivo di far interagire direttamente il mondo della scuola e quello delle aziende, con il fine di dare ai giovani una formazione completa: teorica e pratica.




Lascia un commento