Avezzanese sorpreso con un fucile ad aria compressa in auto



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Scurcola Marsicana – I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Tagliacozzo, insieme a quelli della Stazione di Scurcola Marsicana, hanno arrestato ieri sera un uomo al quale viene contestato il reato di porto abusivo di armi.

Si tratta di A.C., 37enne avezzanese, già con precedenti di polizia. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, l’uomo si trovava a Scurcola perché una cugina aveva richiesto il suo aiuto durante una discussione con l’ex marito. L’intervento dei militari è scaturito da una chiamata al 112, in cui veniva segnalata una violenta lite che stava degenerando.

Arrivati sul posto i carabinieri hanno accertato che gli animi si erano scaldati. Hanno così deciso di perquisire l’auto di A.C.: sotto la ruota di scorta il 37enne nascondeva una carabina ad aria compressa. Il fucile è risultato avere una potenza superiore a quella consentita dalla legge ed è stato quindi sequestrato. L’uomo, essendo privo di porto d’armi, è stato arrestato e, su disposizione del magistrato di turno, si trova ora ai domiciliari.




Lascia un commento