Autostrada A/25 il comune di Cerchio avvia un’azione legale contro il MIT



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Cerchio –  Con deliberazione di G.M. nr. 77 del 24/10/2018 il Comune Marsicano ha deliberato di procedere nei confronti del Dicastero facente capo al Ministro Toninelli al fine di ottenere la messa in sicurezza delle infrastrutture della A/25: sottopassi, ponti e viadotti insistenti nel territorio comunale.
“Non più tollerabili”, ha dichiarato il Sindaco Gianfranco Tedeschi, le continue ed insanabili contraddizioni del Ministero: tanto per ciò che concerne l’effettivo stato di sicurezza di dette infrastrutture; quanto in ordine al “soggetto” tenuto all’esecuzione delle relative opere straordinarie.

Soggiunge il primo cittadino che “risibili, si appalesano i quotidiani rimpalli di responsabilità tra il detto Dicastero ed il concessionario“.
Alla luce della corrispondenza che il Comune ha formalmente ricevuto da parte della Concessionaria STRADA DEI PARCHI SpA e dalla Direzione Ministeriale, è obbligo dell’amministrazione comunale tutelare la sicurezza e l’incolumità dei propri cittadini.
Il tutto tenendo in considerazione che nel nostro territorio insistono un sottopasso, due ponti ed una parte del viadotto autostradale, “definite inadeguate alle sollecitazioni sismiche” dalla stessa Concessionaria..
Gli effetti di un sisma sulle citate infrastrutture, con elevato grado di probabilità, ne determinerebbe il crollo, rendendo addirittura impossibili i soccorsi nel nostro territorio.
Per queste motivazioni, stante la totale inerzia del Ministero, che di fatto ad oggi non ha adottato nessun concreto provvedimento, non ci resta altro che sollecitare un intervento urgente del Governo per mezzo della Magistratura.
Colgo l’occasione per ringraziare l’assessore avv. Franco Paolini e l ‘avv. Domenicantonio Angeloni che tuteleranno gratuitamente il Comune di Cerchio”.



Lascia un commento