Asl 1, Berardinetti: “Subito Comitato ristretto dei sindaci per unire le forze e fare fronte comune”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Convocare immediatamente la conferenza dei sindaci per un’analisi compiuta delle condizioni della ASL 1 Avezzano-L’Aquila-Sulmona e dei suoi lavoratori su cui gravano ingenti tagli”. E’ l’esortazione del consigliere regionale, Lorenzo Berardinetti, che si unisce alle preoccupazioni dei sindacati e dei dipendenti dell’azienda sanitaria, per i tagli eccessivi al personale e le gravi criticità nella dotazione organica della struttura.

“Noi sindaci del territorio della provincia dell’Aquila dobbiamo fare squadra e fronte comune per affiancarci agli operatori sanitari della Asl 1 che, da tempo, stanno vivendo una fase complessa. È in mano a loro che mettiamo la nostra salute, è a loro che i cittadini si affidano per essere curati e come sindaci dobbiamo chiedere all’unisono e a gran voce che medici, infermieri e tutto il personale sanitario siano messi nella condizione idonea a poter svolgere il loro importante compito, al meglio.

Inoltre, c’è la concreta possibilità e il timore condiviso che i Lea, livelli essenziali di assistenza, continuando di questo passo, non possano essere garantiti nel nostro territorio. C’è l’imminente necessità di un’azione condivisa. I 108 comuni della provincia hanno un ruolo fondamentale e insieme alla direzione generale della Asl 1 e alle organizzazioni sindacali di categoria, dobbiamo portare le istanze e le rispettive soluzioni in sede di Conferenza dei sindaci, a stretto giro”.




Lascia un commento