ARTE, Tv franco-tedesca punta i riflettori sui Cunicoli di Claudio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Cunicoli di Claudio e galleria Torlonia “ambasciatori” delle bellezze d’Italia su “Arte”, una delle principali reti televisive di Francia e Germania specializzata in programmi di altissimo livello culturale: quelle straordinarie opere di ingegneria idraulica, che portarono al prosciugamento del lago del Fucino, sono tra i siti pregiati scelti dalla società di produzione Le Point du Jour di Parigi impegnata nella realizzazione di cinque corto-documentari di 26 minuti commissionati dal programma tv «Vu d’en haut», con l’intento di far conoscere  il bellissimo e immenso patrimonio del Bel Paese, dalla Sicilia alle Dolomiti, passando da Napoli, Roma, l’ex Lago del Fucino, Siena, Venezia, San Gimignano.

A fare gli onori di casa e guidare la troupe transalpina nel viaggio sotterraneo alla scoperta dei “gioielli di famiglia” della Marsica, d’intesa con la responsabile della Soprintendenza dei beni Archeologici dell’Abruzzo, Emanuela Ceccaroni: Rocco Giancarlo di Micco, nella doppia veste di Presidente del Gal Terre Aquilane e delegato del sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio; Gino Di Berardino, Presidente del Consorzio di Bonifica Ovest;  Tiziano Zitella, Capo di gabinetto e Dirigente del settore cultura; il professor Ezio Burri; Mauro Contestabile, Direttore del consorzio di bonifica, che hanno messo in risalto la storia della bonifica e le iniziative in cantiere per il recupero completo e la valorizzazione in chiave turistica di quello straordinario sito archeologico.

Di Micco ha sottolineato la messa in sicurezza del Cunicolo del Ferraro, reso visitabile da un primo investimento del Gal. Ora il gruppo di azione locale conta di completare l’opera con la sistemazione del Cunicolo Maggiore inserito nel nuovo progetto Leader. Work in progress per i Cunicoli, quindi, scelti dal Gal Terre Aquilane come punta di diamante nella sfida per incrementare lo sviluppo del settore turistico nella Marsica: una scommessa che potrà trarre nuova linfa con “l’assist” della televisione franco-tedesca alla scoperta della Bella Italia.




Lascia un commento