Approvata dall’Assemblea Capitolina la mozione di mantenere l’Autostazione a Tiburtina



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

 Il Presidente Giuseppe Di Pangrazio commenta la decisone della giunta capitolina di non procedere più allo spostamento del terminal dei bus dalla stazione di Tiburtina a quello dell’Anagnina.

E’ una grande soddisfazione perché l’impegno delle istituzioni, delle rappresentanze sociale e dei cittadini abruzzesi, ha ottenuto la revoca delle delibera della giunta capitolina circa lo spostamento della stazione dei bus da Roma-Tiburtina a quella dell’Anagnina. Questo risultato dimostra che l’impegno del Consiglio regionale e la compattezza nel rappresentare gli interessi generali, danno all’Abruzzo una forza nei rapporti istituzionali e sociali di cui bisogna fare tesoro. Auspico che si possa condividere tra le istituzioni abruzzesi e quelli della Capitale un progetto strategico che faccia della stazione Tiburtina un hub del trasporto intermodale di interesse nazionale”.


“Molto rumore per tutto, direbbe l’abruzzese Ennio Flaiano”,
dichiara il consigliereregionale Maurizio Di Nicola

“Alla fine il nostro rumore, la protesta operata dagli Amministratori d’Abruzzo di ogni livello istituzionale e dalle forze sindacali, ha prodotto l’effetto sperato, con l’approvazione nel Consiglio Comunale di Roma della mozione che impegna la Giunta capitolina di mantenere l’Autostazione a Tiburtina recuperando e riqualificando l’area del piazzale est per realizzarvi un nuovo terminal bus”.

“L’auspicio è che al documento di indirizzo approvato nella seduta odierna possano seguire i corrispondenti atti amministrativi formali”.

“La Regione Abruzzo resterà vigile” conclude Di Nicola


 “Accolgo con piacere i chiarimenti dell’assessore capitolino alla mobilità, Linda Meleo, in merito allo spostamento dell’autostazione dei pullman dal piazzale di fronte alla stazione Tiburtina al nodo di Anagnina, che avrebbe causato gravi problemi ai pendolari abruzzesi
 Così Fabrizio Di Stefano, Candidato Presidente alla Regione delle “Civiche per l’Abruzzo”.
Ancora una volta, però, abbiamo la dimostrazione dell’approssimazione con la quale i 5 Stelle affrontano i problemi. Non occorrevano mobilitazioni di massa o l’approvazione di specifici documenti, sarebbe bastato semplicemente essere meno superficiali. Al momento quindi prendiamo atto che, per i viaggiatori da e verso l’Abruzzo, non ci saranno variazioni in negativo. Tuttavia la guardia deve restare alta perchè, stando alle dichiarazioni degli amministratori capitolini, nessuna decisione definitiva è stata ancora assunta. Sará qundi compito, anche del prossimo Governo regionale, affrontare la questione per porre termine a qualsiasi equivoco e salvaguardare le sacrosante esigenze dei nostri viaggiatori”.


De Angelis esprime soddisfazione per la decisione del Comune di Roma sullo snodo degli autobus a Tiburtina


Ci fa piacere che l’assemblea capitolina abbia ribadito all’unanimità che l’area di Tiburtina resterà snodo degli autobus da e per l’Abruzzo”. A esprimere la sua soddisfazione è Gabriele De Angelis, sindaco di Avezzano. “Ringraziamo per questo importante pronunciamento tutti i rappresentanti istituzionali e politici che, al di là delle diverse appartenenze, hanno fatto sentire forte la voce del nostro territorio, inducendo a una quanto mai opportuna riflessione e a un ripensamento il Comune di Roma. Le dichiarazioni dell’assessore alla Mobilità raccolgono le perplessità che avevamo espresso con forza, sia con missiva che partecipando attivamente alla mobilitazione dei sindaci – conclude De Angelis – ma continueremo a vigilare affinché questo snodo venga non solo mantenuto ma ulteriormente valorizzato”



Michele Malafoglia Portavoce cittadino Fdi L’Aquila “La mozione presentata da fdi in Campidoglio è stata approvata all’unanimità e il terminal degli autobus non verrà trasferito da Tiburtina.  Un successo ascrivibile al gruppo consiliare di fratelli d’italia, dei suoi esponenti parlamentari e all’impegno delle istituzioni locali, sindaco Biondi in testa (che per primo ha sollecitato la sindaca Raggi e la sua Giunta a modificare la delibera con cui veniva delocalizzata l’autostazione ad Anagnina), per scongiurare un procedimento illogico e che avrebbe penalizzato l’aquila e l’abruzzo intero”.


Il terminal bus non sarà spostato da Tiburtina ad Anagnina e i tanti pendolari abruzzesi non saranno penalizzati da una scelta che la giunta Raggi aveva preso senza considerare i disagi che avrebbe creato. Di questo non possiamo che ringraziare i sindaci, la Regione Abruzzo, le associazioni cittadine e tutte le forze politiche che si sono mobilitate e, in particolare, i parlamentari del Pd  Camillo D’Alessandro e Stefania Pezzopane. Proprio Pezzopane, presente ieri in consiglio Capitolino con l’assessore Stefania Di Padova del Comune di Teramo, ricordo che si è battuta fin dal primo momento contro la delocalizzazione dell’autostazione”.

Con queste parole il Segretario regionale del Pd Abruzzo Renzo Di Sabatino interviene per commentare la mozione approvata ieri dal consiglio comunale di Roma nella quale si chiede alla giunta di annullare lo spostamento del terminal bus da Tiburtina ad Anagnina.

La decisione di trasferire l’hub strategico per tutti i viaggiatori abruzzesi – continua Di Sabatino – sembrava ormai cosa fatta. Invece, grazie all’impegno trasversale di più forze politiche siamo riusciti a scongiurare quella si sarebbe rivelata una sciagura per tutti  i pendolari abruzzesi, che avrebbero visto aumentare in maniera consistente i tempi per raggiungere la capitale. Voglio ringraziare anche il gruppo Pd del Consiglio Comunale di Roma, che ha promosso una delle tre mozioni portate ieri al voto e poi unificate nella mozione effettivamente approvata a firma di tutti i capigruppo. Adesso l’obiettivo, che Stefania Pezzopane ci ha assicurato seguirà personalmente,  è di lavorare per migliorare l’attuale area dei capolinea e rafforzare il servizio pubblico di trasporto”. 




Lascia un commento