Ambasciatori d’Abruzzo, Pietrucci propone il nome del presidente Gravina oltre a quello di Verratti



Abruzzo – “Anche il presidente Mattarella ricevendo gli Azzurri al Quirinale ha tenuto a precisare che non è il momento dei lunghi discorsi, ma dei ringraziamenti. Il grazie di una nazione intera a una squadra granitica che ha riportato l’Italia al centro dell’Europa dopo 53 anni, a dei ragazzi giovanissimi che hanno segnato per noi un sogno che sembrava irrealizzabile e dato inizio ad un’epoca di Rinascimento nel calcio italiano“.

Così, in una nota, il consigliere regionale PD, Pierpaolo Pietrucci e prosegue: “In questa direzione è stata fondamentale la scelta della Federazione Italiana Giuoco Calcio di rinnovare il contratto al commissario tecnico Mancini prima dell’inizio della competizione e fino al 2026, segno della fiducia, a prescindere dai risultati, nei suoi obiettivi e nel gruppo che li stava incarnando. Gabriele Gravina, presidente della FIGC, pone così anch’egli la firma sul capolavoro azzurro ed entra nella storia del calcio. A lui, abruzzese nel cuore, esempio da sempre dello sport come dell’imprenditoria, va il nostro ringraziamento“.

È per questo che con orgoglio – spiega Pietrucci – propongo di aggiungere il nome del presidente Gravina a quello di Marco Verratti, capitano degli Azzurri, proposto dal gruppo della Lega per l’onorificenza di ‘Ambasciatore d’Abruzzo’ conferita dalla Presidenza del Consiglio regionale a insigni personalità della nostra regione per meriti accademici, culturali, politici, sociali o professionali. Manoppello e Pescara luoghi di elezione di Verratti, si legheranno così indissolubilmente a Sulmona, Castel di Sangro e L’Aquila, città che hanno accolto Gravina nella nostra regione, all’insegna del buon calcio italiano“.

Fonte: Consiglio Regionale dell'Abruzzo