Alga spirulina e tiroide. Si può assumere?

Oggi parliamo di alga spirulina, un prodotto naturale che viene integrato in un buon numero di prodotti e che, almeno secondo alcuni, avrebbe tutta una serie di benefici per il nostro corpo.

Oltre ad occuparci di quelli che sono i benefici generici della spirulina, alga ormai onnipresente in parafarmacia, ci occuperemo anche della relazione tra alga spirulina e problemi di tiroide, una questione di grande interesse soprattutto per chi soffre di ipertiroidismo e che necessita sicuramente di un approfondimento.

Vediamo insieme quali sono le interazioni tra problemi alla tiroide e spirulina, nonché quali possono essere le eventuali controindicazioni dell’utilizzo di prodotti di questo tipo in situazioni del genere.

Una breve premessa: cos’è l’alga spirulina?

Quando parliamo di alga spirulina ci riferiamo ad una specie di alghe che trova il suo habitat naturale nei laghi in aree tropicali, e oggi coltivata industrialmente tanto negli USA quanto in Cina.

Si tratta di un’alga davvero molto popolare oggi, dato che appunto ha degli effetti benefici sull’organismo e in quanto, come avremo modo di vedere anche più avanti nel corso della nostra guida di oggi, ricca di proteine altamente biodisponibili e di elevatissima qualità.

È per questo motivo che l’alga spirulina ha fatto il suo ingresso all’interno di moltissimi integratori, sia per quelli che sono gli integratori per il benessere generale.

Quello che è più interessante – almeno tra le scoperte più recenti – è una certa interazione tra l’alga spirulina e l’ipertiroidismo.

Ipertiroidismo: cos’è e chi colpisce

L’ipertiroidismo è una patologia che nel grosso delle condizioni è causata da predisposizione genetica, ma che in altri casi può essere appunto causata da carenza di iodio. Da questa carenza dipende la forma nodulare dell’ipertiroidismo, che colpisce circa il 5% dei pazienti, percentuale che potrebbe sembrare risibile prima di essere messa a confronto con i 6 milioni di italiani che purtroppo soffrono di problemi di questo tipo.

La mancanza di iodio è dunque un problema concreto, contro il quale, come avremo modo di vedere tra pochissimo, l’alga spirulina può davvero darci una mano.

La spirulina è una importantissima fonte di iodio

Dato che i problemi di ipertiroidismo possono essere collegati proprio alla carenza di iodio, e dato che la spirulina è ricca di questa sostanza, gli integratori a base di quest’alga possono essere utilizzati in primo luogo come integratori in grado di prevenirel’insorgenza di questo tipo di problemi.

I medici ormai ripetono da anni i benefici degli alimenti ricchi di iodio – su tutti il sale – proclami che però, dati alla mano, non sono stati raccolti dal pubblico generale.

L’alga spirulina, e questa è una caratteristica che condivide con un gran numero di alghe anche marine, contiene concentrazioni tali di iodio da poter prevenire l’insorgenza di questo tipo di patologie.

Discorso molto diverso per chi soffre già di ipertiroidismo

Diverso invece il discorso per chi soffre di ipertiroidismo e ha dunque bisogno di una terapia efficace e che tenga conto dei diversi fattori che questa malattia inserisce nell’equazione.

Nel caso in cui si soffra già di ipertiroidismo, è bene contattare il proprio medico e valutare la bontà o meno di una terapia che utilizzi, tra altri presidi, anche un integratore a base di spirulina.

Il rischio in questo caso è che infatti un eccesso di iodio peggiori la situazione invece di migliorarla.

Cercare di curarsi da soli, soprattutto quando i problemi di salute sono importanti, vuol dire correre rischi ingiustificati. C’è sempre bisogno di ricorrere al consulto, all’esperienza e alle conoscenze di uno specialista.

La spirulina può aiutare contro tanti altri problemi di salute

La spirulina, oltre che ad essere un ottimo integratore di iodio e proteine vegetali, può dare una grossa mano nel combattere diverse patologie.

Ad esempio la spirulina può aiutare anche contro l’osteoporosi, come testimoniato da diversi studi indipendenti recenti. Una super alga, dunque, che molte persone farebbero sicuramente bene ad inserire all’interno della propria dieta.

Ci sono anche altri casi di utilizzo positivo dell’alga spirulina per combattere talune patologie, per le quali comunque consigliamo di rivolgerti al tuo medico curante, per evitare che una auto-diagnosi e una auto-terapia si trasformino in un incubo in grado di peggiorare la situazione generale e particolare.

Non credere a tutto quello che leggi su internet

Internet può essere una ottima fonte di informazione, a patto però di rivolgersi a siti e strutture che siano controllate e che ospitino anche dei professionisti.

Non credere a tutto quello che leggi online e soprattutto non credere a tutte le autodiagnosi e le autoterapie che provano a proporti.

Anche se l’alga spirulina è sicuramente un alimento di origine vegetale grandissima qualità, che offre diversi benefici e che soprattutto ti permette di andare a combattere alcuni problemi di salute e alcune carenze alimentari.

Questo però non vuol dire, come moltissimi siti (interessati in genere alla vendita di questi prodotti) vorrebbero farti credere, che l’alga spirulina è la panacea per tutti i mali e che è in grado di prendersi cura, senza consulto medico, di problemi di salute importanti come possono essere quelli che riguardano la tiroide.