Al via a Pescina i dodici giorni ricchi di eventi per il quarantennale della morte di Ignazio Silone



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescina –  Per il quarantennale della morte dell’illustre scrittore pescinese Ignazio Silone, Pescina si prepara a
vivere dodici giorni (dal 18 al 30 agosto) densi di eventi culturali, tra conferenze e spettacoli artistici.
Questa mattina arriveranno gli amici provenienti dall’Umbria, in particolare dalle Città di Assisi, Spello e Bastia Umbra con le quali è stato sottoscritto un patto di amicizia.
Con loro faremo una passeggiata che racconterà le nostre bellezze e la nostra storia, all’interno del Centro Storico, e una degustazione di prodotti tipici locali.

Sempre domenica 19 agosto nel pomeriggio a partire dalle ore 17, 30 presso la Sala Conferenze del teatro San Francesco il prof Giovanni Zavarella, Presidente onorario del Centro Studi e Giulio Napoleone racconteranno di una versione inedita del romanzo Fontamara trovato negli archivi russi. 

Alle 21.30 nella suggestiva cornice del chiostro del Teatro San Francesco, l’Associazione Musicale  “Deltensemble” dell’Aquila in collaborazione con la Corale “Octava Dies” di Pescina (diretta dal maestro Mario Di Legge) presenterà il recital: “Il lucido rifiuto di un vero cristiano”.
Si può dire uno spettacolo completo, il giusto connubio tra voci recitanti (quelle di Alessandro Scafati e Francesco Ruggeri) e musica (Gianfranco Totani, sassofono; Edoardo Casu, flauto traverso; Fabrizio Casu, violino; Gaetano De Benedictis, violino; Laura Ammannato, viola; Domenico Rago, violoncello; Tonino Ieie, contrabbasso), con le meravigliose voci soliste Micaela Mercuri, Elvira Marmotta e Stefano Prezioso, sotto la guida del direttore Ezio Monti.

Imperdibile appuntamento con l’opera di Silone dunque, che, seppur attraverso nuove note, non
smette mai d’essere straordinaria.




Lascia un commento