Aielli ora ha il suo centro di accoglienza per i profughi ucraini, Sindaco Di Natale: “servono PC per i ragazzi”



Aielli – Il paese di Aielli da circa un mese sta offrendo ospitalità a persone che sono arrivate dall’Ucraina, fuggite da una guerra che, purtroppo, non è ancora finita. Il Sindaco del paese, Enzo Di Natale, in una nota diffusa online, comunica che “dopo una lunga interlocuzione e qualche sopralluogo è arrivata la firma congiunta tra Comune e Prefettura. Il nostro edificio è stato riconosciuto ufficialmente come centro di accoglienza per i profughi ucraini“.

Si tratta di una decisione importantissima perché, come spiega il primo cittadino di Aielli, ora sarà possibile “individuare, tramite procedura di gara, un soggetto terzo che potrà gestire l’accoglienza utilizzando i fondi messi a disposizione dal Ministero“. La permanenza dei rifugiati, soprattutto dei più piccoli, si prospetta più tranquilla. La generosità dei marsicani è stata ed è preziosissima.

Anche per questo, Di Natale chiede un ulteriore aiuto: “Nel frattempo però dobbiamo contare sulle nostre forze, ancora per un po’. Occorrono PC per i ragazzi che sono ancora in DAD con i loro professori ucraini e uno schermo. So che ce la possiamo fare“. E probabilmente, come è già accaduto spesso in queste ultime settimane, ci sarà qualcuno disposto a offrire il proprio sostegno.



Leggi anche