Aielli dice addio ad Antonino e Luigi, Sindaco Di Natale: “perdiamo un capitale umano inestimabile”



AielliCommovente e pieno di pathos il lungo messaggio che il Sindaco di Aielli, Enzo Di Natale, ha riservato a due suoi concittadini appena scomparsi. Si chiamavano Antonino e Luigi, erano nati entrambi nel 1928 e se ne sono andati entrambi nell’arco di tre giorni. “Hanno vissuto il nostro paese per 94 lunghi anni” scrive Di Natale. Antonino e Luigi sono due aiellesi speciali che tutti gli aiellesi conoscevano.

Hanno vissuto sulla propria pelle la durezza del regime fascista e la brutalità dell’occupazione nazifascista. Hanno riassaporato la libertà, hanno ascoltato i vagiti della neonata Repubblica. Hanno visto le più belle estati e i più pesanti inverni. Hanno vissuto così a lungo da vedere anche la trasformazione del nostro paese e vi posso garantire che ne andavano orgogliosamente fieri. Sono stati parte attiva della crescita degli ultimi anni, offrendo i loro volti e la loro esperienza” scrive il primo cittadino del paese marsicano.

La costernazione dell’intera comunità traspare dalle parole toccanti del Sindaco: “in tre giorni perdiamo così un capitale umano inestimabile, fatto di memoria viva e di ricordo, di esperienze e di aneddoti, due pilastri della nostra piccola comunità“. Antonino viene descritto come fosse un po’ il custode della piazza di Aielli, sempre presente nel cuore del paese. Luigi “più casalingo” ma comunque attento e disponibile. Scompaiono così due membri fondamentali e preziosi di Aielli. Alle famiglie di Antonino e Luigi giungano le condoglianze da parte della redazione di Terre Marsicane.



Leggi anche