Aggressione ai carabinieri, convalidato l’arresto del dominicano. Sospeso il reddito di cittadinanza



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Resta in carcere Gustavo Ferneli Morrobel Rodriguez, nato nella Repubblica Dominicana e anagraficamente residente ad Avezzano, ma di fatto senza fissa dimora sul territorio nazionale. Ieri, si è tenuta l’udienza, in camera di consiglio, di convalida dell’arresto nel corso della quale è stato sentito l’imputato, collegato da remoto dal carcere di Vasto.
L’applicazione della misura cautelare ha determinato, per l’uomo, la sospensione del reddito di cittadinanza di cui era percettore. Il quarantunenne è accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Lo scorso 18 giugno, i militari, nel corso di un servizio di controllo del territorio, lo hanno notato ad Avezzano, in via Trieste, mentre urlava e bestemmiava, rivolgendosi ai passanti con un atteggiamento violento. Intervenuti per riportare la calma, i carabinieri sono stati minacciati con frasi del tipo “italiani di m…., vi ammazzo tutti, bastardi” mentre uno di loro è stato colpito al volto con un violento pugno. L’uomo ha poi cercato di fuggire, mentre continuava a minacciare ed insultare, ma è stato raggiunto da un altro carabiniere che, però, è stato ferito con una violenta gomitata al petto. Condotto in caserma, l’arrestato ha continuato con la sua condotta violenta, spintonando e strattonando chiunque e ferendo al dito anche un terzo militare.

Il dominicano sarà processato, con rito abbreviato, il prossimo 17 luglio.