Aggredì con violenza un coetaneo nel sottopassaggio della Stazione Ferroviaria di Avezzano, collocamento in comunità per il sedicenne

Avezzano – Il Personale della Squadra Mobile di L’Aquila a conclusione dell’attività d’indagine, ha eseguito la misura restrittiva della libertà personale del collocamento in comunità nei confronti del sedicenne che lo scorso 07 maggio ha aggredito con violenza un suo coetaneo nel sottopassaggio della Stazione Ferroviaria di Avezzano.

Da quanto accertato il ragazzo oggetto della misura cautelare, a seguito di una futile lite avvenuta il giorno prima, dopo aver premeditato l’aggressione, aveva raggiunto la sua vittima nel sottopassaggio della stazione e con una tecnica da arte marziale lo ha colpito con un “calcio a spazzata” alla gamba sinistra, fratturandogli il malleolo. 

Le successive indagini svolte dalla Squadra Mobile di L’Aquila, con l’ausilio del personale della Polizia ferroviaria e del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Avezzano, hanno permesso di  individuare tempestivamente l’autore della violenta aggressione, il quale, come noto, aveva postato su “Instagram” una storia in cui si vantava degli effetti del suo calcio, sferrato con una tecnica appresa nella pratica della kickboxing.

Sulla base degli elementi raccolti, il giudice del Tribunale per i Minorenni, condividendo la richiesta del P.M., ha emesso l’ordinanza del collocamento in comunità e l’affidamento ai servizi sociali dell’adolescente.