Addio a Loreto Di Gianfilippo (Jaguarone), il nonno dello sport luchese

Il Sindaco De Rosa: “Resterai nella nostra memoria collettiva

Luco dei Marsi – Se ne è andato Loreto Di Gianfilippo, il fondatore della squadra di calcio Jaguar di Luco dei Marsi.

Lo ha comunicato il Sindaco di Luco dei Marsi Marivera De Rosa con un lungo post di addio ad un personaggio luchese che verrà ricordato da tutti per il suo impegno per lo sport e e per il sociale. Nel 2018 Loreto Di Gianfilippo, detto Jaguarone, aveva ricevuto dal Sindaco e da tutta l’Amministrazione Comunale una targa con scritto: “Il Comune di Luco dei Marsi conferisce l’attestato di civica benemerenza a Loreto Di Gianfilippo per il suo costante impegno profuso nell’attività sportiva del calcio a Luco e per aver saputo trasmettere ai tantissimi giovani i valori dello sport”.

Questo il messaggio di questa mattina del Primo Cittadino luchese dopo la notizia della sua scomparsa: “Ha dedicato la sua vita allo sport e ai giovani, con la stessa passione, la stessa dedizione e la stessa indomabile tenacia in ogni tempo. Avevamo voluto festeggiarlo tre anni fa, donandogli una targa, una giornata speciale. Alla fine speciale lo è stata per tutti noi. L’incontro nella sala consiliare è stato attraversato da un’intensa emozione e vederlo lì, circondato dai bambini e dai ragazzi entusiasti, dinanzi al suo sguardo chiaro e dritto, alle belle parole che ci ha dedicato e ha dedicato al suo, nostro paese, mi ha commosso e ci ha trasmesso tutto intero il senso del suo impegno lungo decenni, per generazioni di giovani, la bellezza della sua capacità di accoglierli tutti, senza preclusioni, e offrire loro occasioni e spazi sani di attività, di crescita e socialità. Oggi ti salutiamo, Loreto, Jaguarone, solo fisicamente, però, perché resterai nella nostra memoria collettiva, nella nostra storia condivisa con tutta la forza e la bellezza delle tue azioni, che quella storia hanno contribuito a inciderla, in modo indelebile. Alla famiglia tutta giungano le mie più sentite condoglianze e quelle dell’intera Amministrazione”.

Anche la Redazione di Terre Marsicane esprime le sue condoglianze alla famiglia.