A Scurcola Marsicana c’è anche chi i rifiuti abbandonati li raccoglie



Scurcola Marsicana – È sicuramente piacevole e gratificante, di tanto in tanto, non dover parlare di persone incivili che degradano l’ambiente e i nostri borghi con l’abbandono di rifiuti di ogni genere. Stavolta è avvenuto qualcosa di diametralmente opposto: possiamo parlare di persone impegnate nella raccolta volontaria dei rifiuti abbandonati. Aristide Nuccetelli, un giovane di Scurcola, ha provveduto a recuperare dei rifiuti ingombranti gettati lungo via della Stazione e via del Tratturo, a poca distanza da alcune abitazioni.

Sono dei condizionatori e dei galleggianti” spiega Aristide “li abbiamo raccolti e provvederemo a smaltirli“. Ad Aristide capita spesso di rintracciare e recuperare questo tipo di rifiuti lasciati in zone poco sorvegliate e poco visibili. In questo modo può combinare la sua attività lavorativa al ripristino di una situazione ambientale ottimale. Ciò non toglie che chi ha buttato quei condizionatori e quei galleggianti per autoclave tra gli arbusti e l’erba è e rimane un emerito minus habens.