A Luco dei Marsi Il Checco Zalone marsicano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Luco Dei Marsi  – La Marsica, fatte le dovute proporzioni, può vantare un sosia del famoso del 41 enne barese Luca Pasquale Medici in arte Checco Zalone, comico, cabarettista, il cui nome d’arte nasce dalle battute in dialetto barese come a dire” che cozzalone” , traducibile in lingua giovanile in qualcosa “tipo che tamarro!”.

Caratterialmente ha molto in comune  Fabio Compagnucci 42 anni luchese, battuta sempre pronta, operatore di macchine utensili , che si esibisce insieme a suo fratello Walter , in arte “ I Trincheira “ l’opposto dei  Righeira il famoso gruppo musicale con maggior successo negli anni ’80.

Una passione coltivata fin da bambino, compositore delle sue parodie comiche  e barzellette si esibisce nei siparietti tra amici, la sua amata passione crescendo  porta Fabio a partecipare “All’associazione Dei 100 Giovani “ Teatro di Luco Dei Marsi, da li, il suo trampolino di lancio fatto di inviti a matrimoni, cene  e spettacoli di Capodanno nei ristoranti.

A Luco dei Marsi Il Checco Zalone marsicano

Preso dalla canzone “MARLENA TORNA A CASA ” brano di Màneskin diventata il tomentone  del 2018 , che tutti cercano ironicamente sui social, il Checco Zalone Marsicano con la sua chitarra ne ribalta il senso pregando Marlena di starsene a casa sua che a Luco Dei Marsi  c’è la neve, fa freddo e può scivolare facendosi male, questo capolavoro cantato in dialetto Luchese sta spopolando sui social e in particolare privato sul social Whatsapp con gli amici che lo passano ad altri amici.

E come in uno dei suoi film di Checco Zalone “Se ce l’ho fatta io ….puoi farcela anche tu “ Fabio è stato invitato  a tenere un siparietto presso la “ Radio Monte Velino “ mercoledi 16 gennaio dalle ore 21

 




Lascia un commento