Via Ex Delle Industrie, l’area dell’unico parcheggio diventa edificabile. In arrivo un’altra palazzina



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Dopo oltre 50 anni, chiude il parcheggio di ex via delle Industrie, ora via Di Lorenzo. L’avvocato Valerio Rea annuncia ricorso al Tar e diversi ricorsi privati, in quanto sull’area insistevano delle servitù di passaggio.

“Questa è una storia di inerzia e incapacità della pubblica amministrazione”, commenta l’avvocato Rea, “l’area andava vincolata definitivamente a parcheggio con un esproprio e invece si è consentito a dei privati di utilizzare la zona con un’ulteriore cementificazione”.

La storia che interessa il parcheggio di via Ex Delle Industrie ha un inizio lontano nel tempo. Già nel 2010 un gruppo di cittadini scrisse una lettera all’allora sindaco Antonio Floris in cui chiedeva l’esproprio, in quanto la piazza, proprietà privata, ma gravata da altrui diritti estensibili, rappresentava un riferimento indispensabile per il parcheggio di centinaia di genitori che quotidianamente si recano per portare o riprendere i propri figli dalla scuola elementare Giovanni XXIII o all’asilo di via Di Lorenzo, così come per le centinaia di persone che partecipano alle funzioni religiose, messe, comunioni, funerali, nella chiesa di San Rocco, che hanno cadenza anche giornaliera. Tutto intorno alla piazza”, va avanti l’avvocato Rea, “c’è un’imponente complesso residenziale, in buona parte di proprietà del medesimo soggetto che intende costruire sulla piazza grazie alla concessione indotta e propiziata dalla variante al piano regolatore. Questa è l’unica possibilità di parcheggio per chi vive in quei palazzi ma anche per frequenta il supermercato, il ba, il centro scommesse”.

All’epoca ci fu anche una sottoscrizione e le firme furono portate in Comune. Insomma, dopo anni e anni di carteggi, di pareri e di diversi iter burocratici ora la delibera è arrivata. Si tratta di una delle ultime delibere dell’amministrazione Di Pangrazio, che va a chiudere un percorso iniziato anni fa e che è stato portato in giunta dall’assessore all’Urbanistica Antonio Di Fabio.

“È stato modificato il piano regolatore generale”, conclude l’avvocato Rea, l’area è stata trasformata da parcheggio pubblico in area edificabile. Consentendo al privato di costruirci. Stiamo preparando il ricorso al Tar e lo presenteremo presto”.

Un’altra deliberazione che ha fatto discutere in città, soprattutto in vista della campagna elettorale, è la numero 29 del 26/04/2017. Si tratta dell’ultimo consiglio utile per l’amministrazione comunale in cui è stato approvato il progetto per cambio di destinazione d’uso da artigianale/commerciale a residenziale, di un immobile in corso di costruzione a Caruscino, in via Brunelleschi. A presentare il progetto è stata la ditta Di Desprini G&C SAS.




Lascia un commento