Una lirica della scrittrice Maria Assunta Oddi selezionata al concorso letterario “Habere Artem”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

La prestigiosa giuria del concorso letterario indetto dalla Aletti Editore, dopo aver visionato gli innumerevoli componimenti giunti in Redazione da ogni parte d’Italia, ha inserito tra gli autori selezionati la scrittrice dei Marsi Maria Assunta Oddi per l’opera “Incanto”.

Una lirica della scrittrice Maria Assunta Oddi selezionata al concorso letterario "Habere Artem"
Maria assunta Oddi

La poesia della nostra conterranea con parole nuove e nuovi significati riesce ad esplorare sentimenti ed emozioni tramite immagini capaci di mostrare l’invisibile. Del resto come afferma John David Barrow, astrofisico e matematico “Nessuna descrizione non poetica della realtà potrà essere mai completa”. 

Alla scrittrice Maria assunta Oddi congratulazioni da parte dello Staff di Terre Marsicane.

Incanto

La ragazza che s’annoda le trecce immobile

Sulla battigia inquieta di vento custodisce

Nel catenaccio assorto dei pensieri le stelle

Per riporle nell’oblio della sua giovane memoria

Sotto il vessillo del nascente desiderio. 

In piedi davanti alle onde tempestose

In perfetto equilibrio tra terra e mare

Ancora non sa del dolore a venire

Né dell’abbandono conosce l’infinito affanno.

Separata dal mondo in un luogo senza riva 

Del volo d’aquilone sogna l’ardente slancio:

Grazia disciolta come pioggia estiva su arcobaleni.

Estasiata fra l’eterno e il tempo gioca

Delizia d’esilio con i capelli avvolti tra le dita

Fatte spola di bionde matasse a filar luce accesa.

 Sul tenero fiore del suo volto

La coda fulgente delle pupille segue all’orizzonte

La barca del pescatore accesa per ingannare 

E intanto respira nel sospiro segreto del silenzio

L’odore salmastro dell’aria che annusa

Schiudendo al cielo la conchiglia chiara del suo sorriso

Come fosse falce di luna sulla bocca del vero amore.