“Tutto per lei” di Matteo Delai con Corrado Oddi al festival del Cinema di Roma



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma (dal 13 al 23 ottobre) da sempre attenta ai temi legati alle giovani generazioni. All’interno di questa rassegna, saranno presentati esordi alla regia, anteprime assolute e conferme originali. I corti degli studenti RUFA (Rome University of Fine Arts) di cinema saranno proiettati in mostra nell’ambito della categoria “Panorama”, dedicata ai 10 film che raccontano il mondo delle nuove generazioni, offrendo il pretesto per dire agli adulti cose sui giovani e che si svolge al cinema Admiral, a piazza Verbano.
Tra i miglior corti selezionati c’è anche “Tutto per lei” del giovane regista Matteo Delai che ha voluto come protagonista della sua short story l’attore abruzzese Corrado Oddi.  Questa la trama: Cesare (Corrado Oddi), un imbianchino con problemi economici, cerca di riallacciare il rapporto con la moglie Laura (Barbara Esposito), che ormai non ha più fiducia verso di lui a causa della presenza di Betty. Una presenza troppo ingombrante che non sembra lasciare spazio al loro ricongiungimento. “Lavorare con Matteo – racconta Corrado Oddi – è stato molto interessante. Mi hanno stimolato molto la sua cura nei dettagli, la tenacia e pazienza nel trasmettere lo stato d’animo di Cesare, il personaggio che interpreto nella storia. Mi ricordo che dopo il casting mi ha inviato una e-mail molto garbata ma anche diretta che ora posso condividere:” Ciao Corrado. Ho rivisto i provini e penso che tu sia riuscito molto bene a comprendere il ruolo di Cesare (ho apprezzato anche la tua attenzione per i particolari). In altre parole ti sto offrendo il ruolo per il corto, fammi sapere se sei ancora interessato, se cosi fosse ti invierò l’intera sceneggiatura e inizieremo a costruire il personaggio insieme.” Barbara Esposito, Susanna Rose e Alfonso Mandia gli altri attori del corto. La fotografia è di Simonpietro Saraceno.

La giuria che assegnerà il riconoscimento sarà presieduta dall’attore Matt Dillon e composta dalla produttrice Camilla Nesbitt, l’attrice Anna Foglietta, il regista Gabriele Mainetti, il regista Claudio Giovannesi e gli sceneggiatori Giordano Meacci e Francesca Serafini (Non essere cattivo).




Lascia un commento