Tornano alla carica per intubare il Rianza. 18 associazioni scrivono, oggi nuova tornata al Comitato VIA



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – Diciotto associazioni hanno scritto stamattina alla Regione Abruzzo per opporsi all’istanza di riesame depositata dalla ditta Abruzzo Energie Rinnovabili S.r.l. per la revisione della decisione con cui il Comitato VIA lo scorso 22 maggio aveva imposto la procedura completa di Valutazione di Impatto Ambientale per il progetto che prevede di intubare il magnifico torrente Rianza a Capistrello a fini di produzione idroelettrica.

La Regione aveva stabilito la necessità della più approfondita procedura di VIA tenendo conto dell’importanza naturalistica, paesaggistica ed idrogeologica del Torrente Rianza, uno dei pochi corsi d’acqua ancora sostanzialmente immacolati nell’area della Marsica e della Valle del Liri.

Le associazioni hanno evidenziato che la decisione del Comitato VIA deve ritenersi definitiva in assenza di elementi di novità o di errori procedurali tali da poter mettere in discussione una decisione già presa.

Oggi una delegazione delle associazioni sarà comunque presente in audizione al comitato VIA per chiedere la tutela di questo bellissimo corso d’acqua e la conferma della decisione di maggio.




Lascia un commento