fbpx

Tagliacozzo, imbrattato il cartello “Il Sottopasso degli Angeli”

Tagliacozzo – “Il Sottopasso degli Angeli” è il nome che la città di Tagliacozzo, diversi anni fa, ha voluto dare al sottopasso in ricordo dei giovani tagliacozzani che, per diverse cause, hanno purtroppo lasciato il mondo terreno troppo presto. E’ una scritta carica di significato per tutti i tagliacozzani e in particolare per le famiglie delle giovani vittime ma, dopo i fatti di ieri, per alcuni di essi quella dedica non ha la stessa valenza.

Qualcuno infatti ha pensato di cancellare parte della dedica sostituendo la scritta “degli angeli” con “dei diavoli”, forse semplicemente per puro divertimento.

Uno sfregio che non è passato inosservato ad una cittadina e al Sindaco del paese Vincenzo Giovagnorio che ha commentato l’accaduto.

Apprendo dal post di Federica Battois della “correzione” del cartello che intitola il sottopasso che attraversa la ferrovia “AGLI ANGELI”… cari Ragazzi che avete cancellato la dedica scrivendo “dei diavoli”, forse non sapete che gli Angeli a cui abbiamo voluto dedicare anni fa il passaggio in questione sono Vostri coetanei che purtroppo sono volati in Cielo troppo giovani, prima di Voi. Sono bambine, bambini, ragazze e ragazzi che hanno sofferto malattie incurabili e che alla fine non ce l’hanno fatta, oppure che sono morti in incidenti stradali o per qualche altra disgrazia. Non voglio giudicarVi per questo gesto e non dovrebbe farlo nessuno, perché il gesto è troppo grave, non per l’imbrattamento della targa in sé, ma per lo sfregio che Voi avete fatto alla memoria dei nostri e Vostri “Angeli” che assistono e sorridono anche a Voi. Amo credere che Loro ora siano in una Dimensione in cui non soffrano e non patiscano le miserie di questo mondo. Pensate Voi però, solo per un attimo, al dolore delle Loro mamme, dei Loro padri, dei Loro fratelli e dei Loro amici. Pensate poi ai Vostri genitori, ai Vostri fratelli, ai Vostri amici. Pensate a ciò che avete fatto… importante è che capiate dentro di Voi di aver sbagliato, perché quando si comprende l’errore non lo si ripete, si cresce, si diventa migliori, per sé stessi e per gli altri”.

Il Sindaco poi conclude con una frase dello scrittore Paulo Coelho: “Raramente ci rendiamo conto che siamo circondati da ciò che è straordinario. I miracoli avvengono intorno a noi, i segnali di Dio ci indicano la strada, gli angeli chiedono di essere ascoltati. (Paulo Coelho)”.

 

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend